Piemonte

Un po' di storia


Per ricostruire la formazione storica del Piemonte è bene risalire al X secolo, al momento della formazione politica della marca d'Ivrea, una delle maggiori marche italiane governata dagli Anscarici (discendenti di Anscario morto nel 902 che ottenne il titolo di marchese per la marca costituita dalla parte occidentale della regione subalpina). Tale marca si divise poi in tre parti di cui una fu denominata marca di Torino; di qui inizia la identificazione storico-culturale del Piemonte. Infatti nell'XI secolo il marchese di Torino Olderico Manfredi riuscì a dominare la marca d'Ivrea lasciandone il dominio alla figlia Adelaide, che, sposando Oddone di Savoia, figlio di Umberto Biancamano, trasmise alla casa sabauda - già padrona della Valle d'Aosta - i suoi diritti. La dinastia sabauda divenne così una delle potenze maggiori del territorio piemontese.
Attraverso alterne vicende, nella prima metà del XIII secolo comparve per la prima volta la denominazione Piemonte(= pié de monte = ai piedi delle montagne), inizialmente attribuita al territorio racchiuso all'incirca fra il Po, il fiume Sangone e le Alpi. Il nome si estese - con il progredire della conquista sabauda - a tutta l'odierna regione. E dal Piemonte i Savoia - unici governanti italiani durante il Risorgimento - furono chiamati a seguire le vicende del nostro paese per costruire l'unità d'Italia, suggellata nel 1861.