Cucina cucina

Curiosità e prodotti tipici Curiosità e prodotti tipici

Miele


Visitare la Sardegna in primavera vuol dire rendersi conto delle immense possibilità offerte alle api da una natura così rigogliosa e ricca di fiori e di profumi. Nella mitologia isolana il dio Aristeo, fondatore di Olbia, è rappresentato come un leggendario addomesticatore di api. L'isola è davvero un paradiso per gli apicoltori: nessun'altra terra italiana offre una così ampia gamma di qualità diverse di miele, compreso il più singolare di tutti, quello di corbezzolo.
Il miele in questa terra è usato oltre che per dolcificare, anche con funzione terapeutica e in accompagnamento ad alcuni formaggi, primo fra tutti il pecorino sardo. Viene così recuperato un antico sapore che deriva dall'accostamento fra il dolce e il salato.


MIELE DI AGRUMI

La fioritura di limoni, aranci e mandarini avviene contemporaneamente in primavera, il miele quindi è misto. Il colore varia da quasi bianco a giallo paglierino, il profumo è simile a quello dei fiori d'arancio, il sapore molto aromatico. Gli esperti gli attribuiscono singolari proprietà sedative.


MIELE DI ASFODELO

È uno dei tipi di miele tipici della Sardegna. L'asfodelo fiorisce spontaneo in primavera. È una fioritura leggera, elegante. Il miele ha colore giallo chiaro, quasi trasparente, il gusto e il profumo sono delicati e per apprezzarlo va gustato senza accostarvi altri sapori che lo sovrasterebbero.


MIELE DI CARDO

Il cardo è tipico del paesaggio sardo primaverile; ha una fioritura aspra, bellissima, da guardare soltanto perché le spine della pianta non perdonano. Solo le api riescono a volare da uno stelo all'altro. Il miele di cardo è chiaro, tendente all'ambrato con tonalità verdognole. Il profumo è speziato e intenso, il gusto gradevole e persistente per la presenza del ferro. È un ottimo dolcificante per latte e ricotta.


MIELE DI CASTAGNO

Tipico delle zone del Mandrolisai, Montiferru e Gennargentu, ha colore ambrato più o meno scuro con sfumature rossastre. Gusto intenso, pungente, con retrogusto amarognolo, astringente. Accompagna il pecorino e viene usato per i dolci.


MIELE DI CORBEZZOLO

Dalla pianta più caratteristica della macchia mediterranea, che ricopre vaste zone dell'isola, si ricava il celebre miele amaro. È noto sin dall'antichità, citato per la sua singolare caratteristica da Orazio nell'Ars poetica e da Virgilio nelle Egloghe. È raro perché il corbezzolo fiorisce da novembre a febbraio e questo rende difficile, a causa del freddo, il lavoro delle api. Ha colore leggermente ambrato, profumo fresco e pungente e un caratteristico gusto amaro. È ottimo sul pecorino e sulle sebadas.


MIELE DI EUCALIPTO

I boschi di eucalipti coprono ampie zone dell'isola. Il miele che si ottiene è riconoscibile al semplice profumo; il colore è chiaro a riflessi ambrati; il sapore è deciso. Oltre alla qualità eccellente, è considerato benefico se unito a tisane aromatiche per curare affezioni bronchiali.


MIELE DI MILLE FIORI

È il classico miele primaverile, ottenuto negli alveari portati al pascolo quando i prati diventano coloratissimi tappeti floreali. È prodotto in tutta l'isola.

Residence Mareblu Principina a Mare
Fonte de Medici Montefiridolfi San Casciano Chianti
Hotel Désirée Sirmione Lago di Garda
Ristorante Albergo La Rosa dei Vini Serralunga d Alba Langhe Piemonte
Club Hotel Costa Verde

 

Lago di Como Hotel Residence
Livigno Hotel Residence