Cucina cucina

Curiosità e prodotti tipici Curiosità e prodotti tipici

Miele


Visitare la Sardegna in primavera vuol dire rendersi conto delle immense possibilità offerte alle api da una natura così rigogliosa e ricca di fiori e di profumi. Nella mitologia isolana il dio Aristeo, fondatore di Olbia, è rappresentato come un leggendario addomesticatore di api. L'isola è davvero un paradiso per gli apicoltori: nessun'altra terra italiana offre una così ampia gamma di qualità diverse di miele, compreso il più singolare di tutti, quello di corbezzolo.
Il miele in questa terra è usato oltre che per dolcificare, anche con funzione terapeutica e in accompagnamento ad alcuni formaggi, primo fra tutti il pecorino sardo. Viene così recuperato un antico sapore che deriva dall'accostamento fra il dolce e il salato.


MIELE DI AGRUMI

La fioritura di limoni, aranci e mandarini avviene contemporaneamente in primavera, il miele quindi è misto. Il colore varia da quasi bianco a giallo paglierino, il profumo è simile a quello dei fiori d'arancio, il sapore molto aromatico. Gli esperti gli attribuiscono singolari proprietà sedative.


MIELE DI ASFODELO

È uno dei tipi di miele tipici della Sardegna. L'asfodelo fiorisce spontaneo in primavera. È una fioritura leggera, elegante. Il miele ha colore giallo chiaro, quasi trasparente, il gusto e il profumo sono delicati e per apprezzarlo va gustato senza accostarvi altri sapori che lo sovrasterebbero.


MIELE DI CARDO

Il cardo è tipico del paesaggio sardo primaverile; ha una fioritura aspra, bellissima, da guardare soltanto perché le spine della pianta non perdonano. Solo le api riescono a volare da uno stelo all'altro. Il miele di cardo è chiaro, tendente all'ambrato con tonalità verdognole. Il profumo è speziato e intenso, il gusto gradevole e persistente per la presenza del ferro. È un ottimo dolcificante per latte e ricotta.


MIELE DI CASTAGNO

Tipico delle zone del Mandrolisai, Montiferru e Gennargentu, ha colore ambrato più o meno scuro con sfumature rossastre. Gusto intenso, pungente, con retrogusto amarognolo, astringente. Accompagna il pecorino e viene usato per i dolci.


MIELE DI CORBEZZOLO

Dalla pianta più caratteristica della macchia mediterranea, che ricopre vaste zone dell'isola, si ricava il celebre miele amaro. È noto sin dall'antichità, citato per la sua singolare caratteristica da Orazio nell'Ars poetica e da Virgilio nelle Egloghe. È raro perché il corbezzolo fiorisce da novembre a febbraio e questo rende difficile, a causa del freddo, il lavoro delle api. Ha colore leggermente ambrato, profumo fresco e pungente e un caratteristico gusto amaro. È ottimo sul pecorino e sulle sebadas.


MIELE DI EUCALIPTO

I boschi di eucalipti coprono ampie zone dell'isola. Il miele che si ottiene è riconoscibile al semplice profumo; il colore è chiaro a riflessi ambrati; il sapore è deciso. Oltre alla qualità eccellente, è considerato benefico se unito a tisane aromatiche per curare affezioni bronchiali.


MIELE DI MILLE FIORI

È il classico miele primaverile, ottenuto negli alveari portati al pascolo quando i prati diventano coloratissimi tappeti floreali. È prodotto in tutta l'isola.

Hotel Mediterraneo Santa Maria Navarrese Sardegna
Terminal Service Car Camper Parking
Hotel Cedrino Dorgali Cala Gonone Sardegna
Hotel Compagnoni Santa Caterina Valfurva  Valtellina
Hotel Tre Rose Nesso Lago di Como

 

Livigno Hotel Residence
Dolomiti Hotel Residence Garnì