Cucina cucina

Curiosità e prodotti tipici Curiosità e prodotti tipici

Cieche


MAREMMA SETTENTRIONALE

Le cieche, chiamate in dialetto cee sono gli avannotti delle anguille che dal mare tentano di risalire i fiumi. Si pescano quindi alle foci dei fiumi, di notte, nei mesi invernali (per lo più da dicembre a febbraio) con una rete detta "ripaiola" o "cerchiaia".
Dal 1984 la pesca delle cieche è vietata in Toscana e dal 1987 in tutta Italia. Quelle che si trovano oggi sul mercato dovrebbero essere tutte di allevamento, provenienti dalla Francia e dalla Spagna. Ma i buongustai affermano che quelle locali sono molto più buone: il che fa sospettare che la pesca di frodo delle cieche sia ancora praticata. Poiché l'anguilla vive in acque dolci ma partorisce e muore in mare, e poiché muore dopo aver deposto le uova, pare che le cieche attraversino il mare per risalire i fiumi dai quali vennero le mamme anguille. In cucina (ricordiamo con raccapriccio che devono essere cucinate vive) offrono un piatto pregiatissimo, derivante da una preparazione tanto semplice quanto gustosa e ricercata.
Albergo Diffuso La Palma Isola di Ponza
Club Hotel Costa Verde
Elma Park Hotel Terme Casamicciola Terme Isola D Ischia
Residence Lido Azzurro Capoliveri
Hotel Europa Terme - Abano Terme

 

Valtellina Hotel Residence
Dolomiti Hotel Residence Garnì