Maremma

Una Zona Paludosa


I primi lavori di bonifica furono intrapresi nel secolo XI dai monaci benedettini dei monti dell'Uccellina al tempo in cui Grosseto divenne feudo degli Aldobrandeschi.
Ma questa zona paludosa rimase spopolata fino ai secoli XIV e XV quando la cittÓ fu incorporata nei domini di Siena: ci furono tentativi di popolamento che non ebbero grandi frutti perchÚ non fu possibile sconfiggere l'estrema povertÓ in cui la popolazione era costretta a vivere cibandosi di pane e ortaggi, afflitta dalla pellagra e dalla malaria.
Bisogna arrivare a metÓ del 1500 per registrare un miglioramento di queste condizioni sotto il governo dei Medici che iniziarono opere di bonifica con l'apertura di nuovi fossati e canali per il deflusso delle acque.