Valle d'Aosta

Premessa


L'Italia un paese dalle cento cucine e dalle mille ricette, un paese le cui tradizioni gastronomiche presentano una grande variet di tradizioni dovute a esperienza storica segnata dal particolarismo e dalla divisione politica e culturale mai completamente superata. La realt socio-politico-culturale del nostro paese ha reso dunque anche la cucina italiana molto ricca e diversificata, tanto che non esiste neanche oggi, agli albori del Terzo Millennio, una cucina nazionale.
La diversit molto accentuata nelle zone di confine dove l'influenza culturale dei paesi vicini incide vistosamente sulla gastronomia del territorio che spesso - come il caso della Valle d'Aosta - si pu dividere al suo interno in varie zone con caratteristiche proprie dovute alla diversa altitudine del terreno e alla conseguente diversa produzione agricola e tradizione alimentare. La possente piramide del Cervino, il massiccio del Monte Rosa e il gruppo del Monte Bianco fanno s che la maggior parte del territorio valdostano sia ad una altitudine molto elevata, di gran lunga superiore a quella di tutte le altre regioni italiane, con forti conseguenze sul clima, sulla vegetazione, sul paesaggio, sulla vita e l'attivit degli uomini cos come le tradizioni culturali e culinarie sono segnate dalla realt geografica (la catena alpina a lungo inaccessibile ha isolato per secoli la Valle, determinando lo sviluppo di una cucina basata quasi esclusivamente su prodotti locali) e dalle vicende storiche del popolo della Valle d'Aosta che si trovato a contatto sia con le popolazioni elvetiche che con quelle francesi.