Eventi - Mostre - Fiere

La commedia nell'arte. Maccari. Inediti e rari. 1920-1978

Seravezza (LU) - 6 lug 2013 / 8 set 2013

Palazzo Mediceo

Nel Palazzo Mediceo esposte oltre 120 opere di cui molte inedite. Dal 6 luglio all'8 settembre A Mino Maccari, pittore, incisore e grande illustratore satirico e graffiante, è dedicata la mostra estiva organizzata dalla Fondazione Terre Medicee e dal Comune di Seravezza in Versilia nelle sale del Palazzo Mediceo di Seravezza (Lu), da poco riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio dell'Umanità. La mostra s'intitola "La commedia nell'arte. Maccari. Inediti e rari. 1920-1978" e sarà aperta al pubblico da sabato 6 luglio - inaugurazione alle ore 18 - fino all'8 settembre 2013 curata da Piero Pananti e Nemo Galleni con la supervisione di Giuseppe Nicoletti autore del saggio critico al catalogo. Il percorso espositivo, oltre centoventi opere tra dipinti disegni, acquarelli, incisioni, tecniche miste realizzate dal Ventennio fino alla fine degli anni Settanta, ripercorre la cospicua produzione artistica di Mino Maccari ( Siena 1898 - Roma 1989) che fu acuto osservatore dei costumi della società italiana con sguardo satirico e critico, ideatore della corrente di Strapaese, ma anche ironico e allo stesso tempo indulgente. Un grande disegnatore che fece della satira pungente di costume il fulcro della sua poetica e che soggiornò spesso in Versilia nella sua villa al Cinquale dove ancora abita il figlio Marco. Dalle opere del periodo di militanza nel partito fascista, quando lavorava al "Selvaggio", la rivista fiorentina di cui fu acclamato illustratore e direttore, ai quadri di vita contemporanea con soggetti spesso sagaci, ai ritratti. Tutte le opere presenti in mostra hanno la caratteristica di essere poco conosciute e raramente esposte e rappresentano i suoi personaggi: soldati, avvocati, preti, marionette e donne, interrogate da poliziotti o difese da avvocati. "Questa mostra rappresenta una vera opportunità - ha sottolineato Franco Carli direttore della Fondazione Terre Medicee - per scoprire una produzione inedita o poco nota di Mino Maccari che aveva un legame strettissimo con la Versilia. Un personaggio particolare che non solo era un grande artista del Novecento che sapeva confrontarsi con tanti stili pittorici, ma anche un intellettuale raffinato e acuto grazie ai suoi scritti e ai rapporti con gli uomini di cultura del suo tempo come Longanesi e Montanelli". "Dopo 25 anni dalla sua morte - ha aggiunto Piero Pananti uno dei curatori- era giusto che la Versilia e la Toscana gli tributassero un omaggio perché Maccari ha incarnato più di altri la vera toscanità fatta di irriverenza e ironia, ma anche cultura e genialità". Il catalogo della mostra è edito dalle Edizioni Pananti di Firenze e contiene un appendice documentaria a cura di Diana Ruech, della Biblioteca Cantonale di Lugano. La mostra è stata realizzata con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, Provincia di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Banca Versilia, Lunigiana e Garfagnana.

Fonte: Beni Culturali





Camaiore
Bed and Breakfast - Affittacamere Camaiore
B&B Casa del Sole
Forte dei Marmi
Hotels Forte dei Marmi
Hotel Augustus
Villa Grey
Hotel Kyrton
Hotel Ambra
Residences - Appartamenti - Case Vacanze Forte dei Marmi
Italian Case
Agenzie e Immobiliari Forte dei Marmi
Italian Case
Lido di Camaiore
Bed and Breakfast - Affittacamere Lido di Camaiore
B&B Casa del Sole