Eventi - Mostre - Fiere - Lazio

Festival Internazionale del Circo - Città di Latina

Latina (LT) - 17 ott 2013 / 21 ott 2013

località Borgo Piave

Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” è l’unica manifestazione di settore che si svolga in Italia e che abbia rilevanza su scala mondiale nel panorama delle arti circensi. L’evento si pone l’obiettivo di contribuire ad incrementare l’attenzione del più vasto pubblico nei confronti del Circo e delle sue discipline. L’evento è strutturato a mò di competizione: gli artisti vengono selezionati tra numerosissimi candidati in modo da rappresentare differenti Paesi del mondo. Le discipline presenti al Festival sono prevalentemente quelle tipiche della tradizione circense; tuttavia viene riservata particolare attenzione anche alle discipline più innovative e sperimentali purché in sintonia con le più tipiche atmosfere del Circo. La valenza del Festival, tuttavia, va bene aldilà di quanto strettamente legato alla gara: gli artisti, infatti, hanno la possibilità di esibirsi di fronte ad esperti e tecnici del mondo del Circo e dello spettacolo dal vivo, potendo conseguire la visibilità che può consentire loro importanti opportunità lavorative. Come nasce l’idea di un Festival Internazionale del Circo in Italia? Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” nasce dalla volontà del suo compianto ideatore, Giulio Montico, già artista di grande esperienza in numerosi circhi europei. La sua tenacia, insieme con l’entusiasmo e l’energia che solo i membri di una famiglia grande ed unita sanno darsi vicendevolmente, come è nel caso dei Montico, hanno fatto sì che, in Italia, potesse prendere forma non uno spettacolo itinerante, non un clichè già collaudato, ma qualcosa di unico, capace di assegnare al mondo del Circo ed a ciascuna delle sue discipline, quella dignità e quella autorevolezza che solo un evento dal carattere straordinario avrebbe potuto attribuire. Fu così che nel 1999 si poté realizzare la prima edizione del Festival Internazionale del Circo che, fin da allora, per intenzione di Giulio Montico, assunse, quale propria denominazione, il nome della città di Latina. La prematura ed inattesa scomparsa di Giulio Montico, occorsa nel 2008, ha assegnato ai suoi figli, Fabio, Fabiola, Fabrizio e Flavia, l’onere e l’onore di assumere la totale responsabilità della manifestazione. Quando e come si svolge il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina”? Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina" si svolge ogni anno a Latina a cavallo del terzo fine settimana del mese di Ottobre: le prime tre giornate (dal Lunedì al Mercoledì) sono dedicate alle prove, mentre quelle destinate agli spettacoli sono cinque (dal Giovedì al Lunedì). Gli artisti in gara sono divisi in due gruppi e si esibiscono una volta al giorno di fronte ad una “Giuria Tecnica Internazionale” composta dai titolari o dai responsabili dei più importanti circhi, agenzie di spettacolo, accademie di Circo del mondo o da esponenti di chiara fama nei diversi ambiti dello spettacolo dal vivo. Nel susseguirsi delle giornate la Giuria opera una selezione dei migliori numeri in competizione ed allestisce la rosa degli artisti ammessi a partecipare alla serata finale del Lunedì al termine della quale vengono assegnati i premi. I parametri che vengono tenuti in considerazione ai fini della valutazione sono: l’originalità della performance, la coreografia, la qualità tecnica ed il grado di difficoltà. I premi attribuiti, salvo il caso di ex aequo, sono un “Latina d’Oro”, due “Latina d’Argento” e tre “Latina di Bronzo”. Un’ulteriore Giuria internazionale, composta dai rappresentanti della comunicazione, della stampa generalista e di settore, o da esponenti di chiara fama nei diversi ambiti dello spettacolo dal vivo, assegna lo speciale premio della critica. Come si inserisce il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” nel più ampio panorama delle manifestazioni di settore? Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” è membro dei massimi organismi di settore: la Fédération Mondiale du Cirque, con sede a Montecarlo e patrocinata da S.A.S. la Principessa Stéphanie di Monaco e l’ECA – European Circus Association. Nel novero dei Festival Internazionali del Circo, il “Città di Latina” è il più prestigioso in Europa insieme a quello di Montecarlo sia per la visibilità conseguita nel settore, sia per le dimensioni proprie dell’evento. Quali sono le Istituzioni pubbliche che, in varia maniera, esprimono il proprio favore nei confronti del Festival? Il Festival Internazionale del Circo, nel corso delle sue edizioni, ha potuto vantare numerosi riconoscimenti da parte delle Istituzioni pubbliche: il Presidente della Repubblica assegna annualmente dall’anno 2002 due medaglie ad altrettanti artisti che si siano particolarmente distinti; il Parlamento Europeo, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero per la Gioventù, il Consiglio Regionale del Lazio e diversi Assessorati regionali, le Amministrazioni della Provincia e del Comune di Latina, la Camera di Commercio di Latina, hanno conferito il proprio patrocinio. Ulteriori patrocini sono stati accordati al Festival nelle scorse edizioni da: E.N.C. – Ente Nazionale Circhi, Sapienza - Università di Roma, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Forum of Christian Organizations for the Pastoral Care of Circus and Carnival Workers, Migrantes - Fondazione della Conferenza Episcopale Italiana, Associazioni e Federazioni sportive. In quali strutture si svolge il Festival? La “Cittadella del Circo” allestita a Latina in occasione del Festival Internazionale del Circo è un imponente allestimento realizzato interamente con tensostrutture: oltre ad un lussuoso Chapiteau della superficie di 1700m2 dotato delle più avanzate tecnologie per il migliore svolgimento degli spettacoli, è presente un Foyer di 1000 m2 che accoglie artisti ed ospiti, una sala stampa per gli organi della comunicazione, un ristorante di 350 m2, una palestra per gli allenamenti di 200 m2, un imponente backstage ed aree ricreative e di soggiorno. Personale artistico, tecnico e della produzione è alloggiato nelle vicine strutture alberghiere. Quali sono le cifre che descrivono le dimensioni del “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina”? Una stima del lavoro di produzione e di allestimento del Festival può essere tentata attraverso l’indicazione di alcune cifre relative alla quattordicesima edizione (anno 2012) che qui assumiamo quale edizione di riferimento: • i numeri in competizione sono stati 26, in rappresentanza di 14 differenti nazioni e 4 continenti; • 1 “special guest” fuori concorso proveniente dall’Italia; • la giuria tecnica internazionale è stata composta da 14 membri in rappresentanza di 11 diverse nazioni; • la giuria della critica è stata composta da 15 membri in rappresentanza di 4 diverse nazioni; • il numero di persone coinvolte, tra componente artistica, tecnica e della produzione ha raggiunto le 500 unità come si evince dal numero degli accreditamenti di seguito riportati suddivisi per categorie: press 60, expo 50, staff 160, guest 80, jury 29, artist 113, production 49; • circa 2500 i pernottamenti pianificati dalla produzione ed oltre 2000 i pasti confezionati e serviti nelle strutture del Festival nel rispetto delle differenze culturali che devono essere tenute nella doverosa considerazione anche nell’allestimento dei menu; • degli oltre 4000 metri quadrati destinati a spettacoli ed attività collaterali, oltre 3000 sono stati ricoperti da moquette; • sono stati impiegati 4 km di cavi elettrici e 3 gruppi elettrogeni per 500 kW di potenza; • le autovetture del Festival hanno percorso oltre 10.000 km per i servizi di accompagnamento degli artisti da e per gli aeroporti romani; • nei 9 spettacoli realizzati sono stati registrati 9 sold out che corrispondono a circa 15.000 spettatori; • i comunicati stampa realizzati sono stati 33. Le pubblicazioni sono state 2: una rivista di 76 pagine patinate (di cui 14 dedicate ai maggiori circhi e Festival di Circo a livello mondiale) ed una brochure di 20 pagine a carattere promozionale. A chi sono affidate l’organizzazione e la produzione del Festival? Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” è organizzato e prodotto dall’Associazione Culturale “Giulio Montico” con sede in Latina. L’Associazione, non perseguendo fini di lucro, si pone il fine statutario di avvicinare il pubblico al mondo del Circo e di sostenerne ogni implicazione culturale legata alla sua antica tradizione. Si tratta di una squadra collaudata e compatta all’interno della quale sono presenti tre componenti; la prima componente è quella della famiglia Montico: la Signora Mirella Iuliano, i suoi quattro figli Fabio, Fabiola, Fabrizio e Flavia, le sue due nuore Alessandra e Tiziana: ciascuno dei membri della famiglia Montico ha assunto precisi incarichi di responsabilità e di management all’interno dello staff organizzativo; la seconda componente è costituita da un gruppo di giovani professionisti che la famiglia Montico ha inserito al proprio fianco: essi, animati da grande passione per il mondo del Circo e dello spettacolo dal vivo, hanno saputo prestare le loro specifiche competenze contribuendo al successo della manifestazione ed al suo sviluppo culturale, anche attraverso l’ideazione e la realizzazione di una fitta serie di eventi collaterali. Terza componente è quella dei professionisti del Circo e dello spettacolo dal vivo che, a titolo di collaborazione, mettono a disposizione del Festival la loro ricca esperienza. Puntare ai giovani ed ai loro vari ambiti professionali, così come l’aver accolto il contributo dei professionisti del Circo e dello spettacolo, è uno degli strumenti attraverso i quali la famiglia Montico ed il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” stanno accelerando nella direzione di consolidare una struttura già matura e robusta, capace di un vero e proprio “gioco di squadra”. Quali sono le attività collaterali che ruotano intorno al Festival? Il Festival è impreziosito da svariati progetti collaterali e da numerose partnership; ne elenchiamo i principali. 1. “Circus Expo” ha lo scopo di presentare all’opinione pubblica le numerose e varie implicazioni della cultura circense nelle più differenti modalità espressive delle arti e della comunicazione. In tal modo il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” si propone di ampliare la propria offerta culturale ad un pubblico sempre più ampio. “Circus Expo” è uno spazio espositivo di oltre 1000 metri quadrati allestito all’interno della struttura che ospita il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina”. All’interno di “Circus Expo” artisti di varia estrazione hanno la possibilità di esporre i propri lavori: sono presenti mostre fotografiche, dipinti, sculture, plastici e modellini, reportage, e tutto quanto nelle più differenti forme dell’arte possa evocare o rappresentare il mondo del Circo o, più in generale, dello spettacolo dal vivo. Di particolare rilievo nelle passate edizioni la partecipazione del Museo d’Arte Circense di San Pietroburgo che ha allestito esposizioni di proprie stampe a tema circense, del C.E.D.A.C., il Centro Educativo di Documentazione delle Arti Circensi, e di numerosi artisti dell’AMI.BE.C., l’Associazione Culturale, senza fini di lucro, apartitica e apolitica creata da dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 2. Caffè letterario. E’ insospettabile la ricchezza della produzione letteraria ispirata o dedicata al mondo del Circo. Dalla narrativa alla poesia, dalla saggistica alla divulgazione di settore; numerose e spesso di particolare pregio sono le opere in commercio in Italia e nel mondo. Tale patrimonio, talora poco visibile negli scaffali delle librerie, merita senz’altro maggiore attenzione da parte del più vasto pubblico. Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” ha dato il proprio contributo in tale direzione inserendo nel proprio programma un “Caffè letterario a tema circense”: una sorta di laboratorio di idee dove, attorno ai tavolini di un caffè, si può sorseggiare una bevanda calda apprezzando lo sforzo letterario di alcuni autori che dal Circo si sono lasciati affascinare. 3. Partnership e collaborazioni. Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” si propone di individuare strategie di collaborazione e di reciproco sostegno tra eventi e manifestazioni diverse, o anche con esponenti di chiara fama nei vari ambiti dell’impegno artistico. Con tali collaborazioni il Festival si propone di contribuire al proprio sviluppo culturale suggellando l’incontro e la contaminazione tra le discipline del Circo e le altre forme dello spettacolo: in questo modo si intende sostenere la riflessione circa l’opportunità di eliminare le barriere culturali che appaiono dividere le diverse forme di espressione dell’Arte: si propone, cioè, di passare dalla “cultura delle arti” alla “cultura dell’Arte”. Di particolare rilievo in tal senso l’incontro e la contaminazione tra la Danza e le discipline del Circo conseguiti attraverso il progetto “Acrobats for Dance and for the Circus”: il progetto esprime il sodalizio tra il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” ed il campionato di Danza Acrobatica “Extreme Dance Championship”. La Lirica, la Poesia, la Musica Classica e la Musica Leggera trovano accoglienza nella pista del Festival integrandosi perfettamente all’interno degli spettacoli circensi. Entrambe le Giurie del Festival vedono al proprio interno esponenti di chiara fama nei diversi ambiti dello spettacolo dal vivo. Inoltre, come detto sopra, la Pittura, la Scultura, il Modellismo e la Fotografia sono sempre presenti all’interno di “Circus Expo”, così come la Letteratura è protagonista del “Caffè letterario”. 4. Migrantes, Fondazione della Conferenza Episcopale Italiana che si occupa dei diversi mondi della mobilità umana, da anni è attenta a valorizzare anche il mondo e le comunità dei circhi. In tal senso il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” è impreziosito da una serie di attività, organizzate e realizzate da Migrantes per offrire agli artisti convenuti a Latina da ogni parte del mondo una attenzione pastorale di natura ecumenica: uno “Spazio Migrantes” viene allestito all’interno del Foyer per l’assistenza pastorale continua; all’interno dello Chapiteau si tiene una solenne celebrazione durante la mattina della Domenica; il Mercoledì precedente l’inizio del Festival gli artisti che lo desiderano partecipano all’Udienza Generale del Santo Padre presso la Città del Vaticano. 5. Progetto “Accoglienza interculturale dei giovani artisti”: il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina”, in quanto crocevia di persone diverse per nazionalità, cultura, religione, lingua si presta a diventare motivo e luogo di incontro interculturale. Allo scopo di far sentire accolti gli artisti partecipanti al Festival dai giovani della città di Latina, giovani volontari si occupano di proporre ai loro coetanei provenienti dai 5 continenti una serie di iniziative. Tutti i giorni nel Foyer del Festival, durante le ore di permanenza degli artisti, è attivo il servizio “Artists Welcoming Committee”: un’opportunità per l’incontro, lo scambio e l’amicizia tra giovani di Latina e giovani artisti. Di giorno in giorno vengono proposte piccole attività sia interne all’area del Festival che sul territorio per contribuire a creare un clima di accoglienza e di integrazione fra tutti i giovani presenti: in tal senso gli artisti hanno sempre a loro disposizione uno o più “amici” italiani, loro coetanei, con i quali poter visitare la città di Latina o i piccoli comuni della sua provincia. Gli stessi volontari, inoltre, si rendono disponibili ad accompagnare gli artisti ovunque essi abbiano necessità di recarsi (farmacia, negozi di alimentari o di souvenir…). 6. Progetti Università degli Studi di Roma “Sapienza” e “Torvergata”: le implicazioni culturali di un evento delle dimensioni e della caratura del “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” sono notevoli: le Università degli Studi di Roma “Sapienza” e “Torvergata”, e l’Associazione Culturale “Giulio Montico” che produce l’evento hanno stipulato una convenzione per la realizzazione di tirocini formativi che studenti e laureati degli Atenei romani possono condurre all’interno della macchina organizzativa del Festival implementando le proprie competenze. I tirocinanti sono coinvolti dapprima nella fase di produzione del Festival e successivamente nella fase di realizzazione esecutiva dell'evento. 7. Progetto “Circo e diversamente abili”: l’accoglienza, l’accompagnamento e l’assistenza dei diversamente abili durante le prove, nel “backstage” e durante gli spettacoli del Festival sono prestati a titolo gratuito da operatori volontari. In tal modo il Festival offre ai diversamente abili la possibilità di confrontarsi con una dimensione speciale della realtà, provando a valicare, sia pure per qualche ora, i limiti ed i confini spesso loro imposti dalla quotidianità. 8. Forum e congressi. Il “Festival Internazionale del Circo – Città di Latina” dispone di spazi e strumenti adatti allo svolgimento di conferenze stampa, meeting, congressi che abbiano una attinenza con le tematiche ascrivibili al mondo del Circo: la Fédération Mondiale du Cirque e l’ECA hanno più volte individuato nelle strutture del Festival la sede adatta per le proprie attività statutarie condotte alla presenza dei massimi esponenti del mondo del Circo dei cinque continenti. Di particolare rilievo il primo Congresso Scientifico dal titolo “Circo e Medicina” organizzato nel 2011 in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “Torvergata” allo scopo di riflettere sulle numerose implicazioni delle discipline del Circo in ambito medico.

Fonte: Beni Culturali





Ponza
Hotels Ponza
Albergo Diffuso La Palma
Bed and Breakfast - Affittacamere Ponza
Albergo Diffuso La Palma
Residences - Appartamenti - Case Vacanze Ponza
Albergo Diffuso La Palma