Eventi - Mostre - Fiere - Lazio

LINA PASSALACQUA. Le quattro stagioni

Roma (RM) - 19 apr 2013 / 18 mag 2013

Complesso del Vittoriano, Sala Giubileo

Tema della mostra sono le Quattro Stagioni che rivivono nella rivisitazione e ricreazione di forme dinamiche di palese impianto futurista. “L’eredità futurista si ritrova nell’energia plastica, nel fluire dinamico del segno, nell’eliminazione di strutture rigidamente prospettiche, nel tendere della visione all’infinito, nel premere di forze che sembrano volere uscire dal dipinto. L’adesione a un astrattismo di matrice lirica si manifesta nel senso di libertà del ductus pittorico, nell’individuazione di una capacità espressiva che superi ogni suggestione naturalistica, nell’importanza attribuita allo spessore di un colore compatto e squillante, che riflette una risonanza interiore. L’occhio indaga sui particolari, accenna attraverso la forma a voli dell’anima, resi attraverso la musicalità dei movimenti del pennello. Attraverso un affinarsi della sensibilità, emerge la capacità di rendere plastico, concreto, ciò che sarebbe potuto apparire incorporeo, in plasmabile, irrappresentabile. Suggestioni musicali, insieme agli echi delle voci dei poeti, sono sicuramente elementi di stimolo nell’ impresa di rendere visivo il segreto profumo del mondo.” Così scrive Maria Teresa Benedetti. In mostra, della Primavera gli Anemoni, le Fresie, il Sogno, il Risveglio; dell’Estate i Girasoli, il Tramonto, il Cielo infuocato, i Colori dell’Estate; dell’Autunno la Magia d’Autunno, i Petali di rosa, le Larve, il Profumo della Terra; dell’Inverno la Bufera, La voce del vento, il Silenzio,i Riflessi di ghiaccio. In una sintesi geometrica che ricorda a tratti Depero.

Fonte: Beni Culturali





Hotels
Hotel Colosseum
Hotel Miami
Hotel Tirreno
Hotel Villa delle Rose
Hotel Bruna
Hotel Otello
Bed and Breakfast - Affittacamere
B&B Best Place