Eventi - Mostre - Fiere - Lombardia

Da Guercino a Caravaggio. Sir Denis Mahon. 100 anni di vita e di studio attraverso il ‘600

Milano (MI) - 18 set 2012 / 20 gen 2013

Palazzo Reale

E’ la mostra che Sir Denis Mahon aveva ideato per la ricorrenza del suo centesimo compleanno. Aveva sognato poterlo festeggiare assieme ai dipinti che lo avevano accompagnato nel corso della sua vita, scegliendo personalmente ogni singolo quadro, come si fa per gli amici di una vita. Il suo sogno si concretizza dal 18 settembre al 20 gennaio, ad un anno dalla sua scomparsa, grazie alla collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e Beni Culturali, la società diretta da Roberto Celli cui Sir Denis aveva affidato la realizzazione di tutti gli eventi espositivi ideati negli ultimi anni di attività, con la preziosa collaborazione del Trustee della Fondazione Mahon, con l’imprescindibile sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero degli Affari Esteri. Ad ospitare la storica rassegna, curata da Mina Gregori e Daniele Benati, sarà il Piano Nobile di Palazzo Reale. Ovvero il luogo che aveva ospitato la grande rassegna dedicata a Guercino curata da Sir Denis Mahon nel 2003. L’Italia, culla del Barocco, è stata sempre nel cuore di Sir Denis a tal punto da prevedere un importante lascito delle opere della sua collezione anche alla Pinacoteca Nazionale di Bologna, arricchendo così di eccezionali capolavori il nostro paese per un valore totale di 50 milioni di euro. Come ha detto Nicholas Penny, direttore della National Gallery di Londra, “quella di Sir Denis Mahon è la collezione privata più pubblica che esista”, proprio per il suo grande mecenatismo e senso civico che l’hanno portato a donare tutte le sue opere a istituzioni pubbliche, anche affinché fossero fruibili dal maggior numero possibile di persone. Partendo a cerchi concentrici dallo studio del prediletto Guercino, Mahon ha saputo proporre in una nuova e più convincente luce la pittura bolognese alle soglie del Seicento, e ha condotto pionieristiche scoperte su Caravaggio e su Nicolas Poussin. La Mostra riunisce capolavori assoluti, passando per i nomi più importanti del Barocco italiano, da Guercino a Caravaggio, concessi dai Musei europei (in primis l’Hermitage di San Pietroburgo) che conservano i capolavori individuati o studiato da Sir denis Uno tra i musei prestatori esteri più importanti, infatti, sarà l’Hermitage Museum di San Pietroburgo, grazie alla figura del direttore Michael Piotrovsky che presenzierà alla preconferenza stampa della Mostra. La Mostra avrà una seconda tappa all’estero presso l’Hermitage Museum di San Pietroburgo (come da lettera inviata dal Professor Piotrovsky, direttore del Museo e qui allegata) che ha mostrato l’interesse e la disponibilità a realizzare la Mostra sostenuta da uno scambio culturale fra l’Italia e la Russia ospitando i dipinti che a lungo studiò Sir Denis Mahon, come la Madonna del Passero di Guercino e Una sibilla di Guido Reni della Pinacoteca Nazionale di Bologna e alcune opere di Michelangelo Merisi da Caravaggio come The Cardsharps, il San Giovannino o il Ragazzo morso da un Ramarro della Fondazione Longhi di Firenze.

Fonte: Beni Culturali





Hotels
Hotel 22 Marzo
Hotel Bonola
Hotel Dateo
Bed and Breakfast - Affittacamere
B&B Sant'Agostino