L'Aquila

Campo Imperatore - Fonte Cerreto

Hotels L'Aquila
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Salendo da Assergi per il valico della Fossa di Paganica, o dal borgo medievale di Castel del Monte per il valico di Capo la Serra, oppure da Farindola per il Vado di Sole, l'orizzonte si estende, gli spazi si allargano, le dimensioni diventano immense quando ci si affaccia su Campo Imperatore. L'altopiano è posto a una quota tra i 1500 e i 1900 metri. Il pendio sale dolcemente, in un alternarsi di pianure alluvionali di origine lacustre con morene lasciate dagli antichi ghiacciai, rock-glaciers, nivomorene, circhi glaciali, brecciai e fiumare, pareti rocciose. Le cime che delimitano e circondano quello che viene comunemente definito come il "Piccolo Tibet" sono tra le più elevate e suggestive dell'Appennino: la Scindarella e Monte Portella, con i loro spettacolari circhi glaciali; Corno Grande, che domina dall'alto delle sue quattro vette e Monte Aquila, la sua naturale anticima; i dolomitici Brancastello e Monte Prena, dalle tormentate forme ricche di canyon, l'erboso versante meridionale di Monte Camicia.
Fonte Cerreto, base di partenza per le piste di Campo Imperatore, costruita durante gli anni trenta del novecento è collegata agli impianti posti a 2.200 metri di quota attraverso un'ardita funivia. La pittoresca funivia porta in breve alle piste e all'albergo di Campo Imperatore, famoso per essere stato prigione di Mussolini.