Aspromonte

Hotels Aspromonte
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Se la scarsa presenza di insediamenti urbani ha consentito il mantenimento di un antico equilibrio ecologico, sono molti, al contrario, i sentieri che permettono di conoscere il territorio aspromontano: il sentiero del Brigante, che collega Gambarie a Stilo, il sentiero dell'Inglese, dal paesaggista anglosassone Edward Lear che nel 1847 percorse a piedi il periplo dell'Aspromonte, il sentiero Italia, promosso dal Club Alpino Italiano, che si collega al più lungo sentiero escursionistico che attraversa l'Italia dalla Sardegna alle Alpi.
Percorrendo questi sentieri, passando dal Santuario di Polsi alla Valle dei Monumenti, dove da una fitta foresta si elevano enormi e monumentali blocchi rocciosi, tra cui la famosa Pietra Cappa alta oltre 100 metri, paesaggi e scenari si modificano di continuo, alternando foreste, acque e rocce in un susseguirsi di stridenti contrasti, tanto vari ed affascinanti da sfiorare la stranezza.

Parco Nazionale dell'Aspromonte - L'Aspromonte ha avuto, nella sua storia, il ruolo di rifugio per la fauna e la flora dell'ultimo periodo glaciale. La scoperta del driomio, un piccolo roditore noto in Italia solo nelle Alpi orientali, è una prova di questa funzione di rifugio biologico. L'Aspromonte è ricoperto di boschi per oltre 4000 ettari: la fascia più bassa è oggi costituita da coltivazioni di ulivi e agrumi ma anche da macchia mediterranea e leccete, mentre salendo si incontrano querceti con roverelle e cerri sul versante ionico; mentre su quello tirrenico invece, più fresco e umido, prevalgono, invece, foreste di pino laricio, faggio e abete bianco. La preziosità faunistica dell'Aspromonte è anche data dalle migrazioni dei grandi uccelli veleggiatori come le cicogne bianche, le cicogne nere, i capovaccai, i falchi pecchiaioli e altre decine di specie migratrici.
In Aspromonte ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.