Parco Nazionale del Pollino

Hotels Parco Nazionale del Pollino
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
La gastronomia è fatta di piatti semplici e genuini e con aromi naturali raccolti fra la vegetazione spontanea del territorio: il rosmarino, l'acetosella, la ruta, il finocchio selvatico, le cipolline selvatiche, dette anche lambascioni. La pasta, fatta in casa o nei piccoli pastifici artigianali del luogo, viene condita con aglio, olio e peperoncino, oppure con gli ottimi ragù di antica tradizione casalinga, come la fìrculet me drudhes: fusilli conditi con ragù e mollica di pane fritto. Altro piatto tipico del Pollino è la pulljata, vero piatto energetico e salutare basato sul puljio, un’erba di campo che protegge dalle malattie dell'inverno.
Il viaggio alla scoperta della natura incontaminata e selvaggia della montagna calabrese ha inizio dove l'Appennino finisce, tra le foreste di faggio e di leccio, le praterie alpine, le ripide pareti rocciose del Massiccio del Pollino: il più imponente gruppo montuoso calabrese, con la presenza di cinque cime oltre i duemila metri, rappresenta uno dei sistemi più interessanti dell'appennino meridionale, sia dal punto di vista paesaggistico, sia dal punto di vista naturalistico, presentando al visitatore inaspettati scenari alpini e un patrimonio ambientale ancora intatto. Dal Piano di Campotenese, in prossimità dell'omonimo svincolo autostradale, si imbocca la provinciale che sale ai Piani di Ruggiu, ampio pianoro carsico, ai cui margini sorgono il rifugio De Gasperi ed il vicino Fasanelli, punto di partenza di numerose escursioni.
Dal Colle dell'Impiso, si raggiungono, dopo una facile escursione, i Piani del Pollino, dalle tipiche connotazioni alpine, circondati da un anfiteatro naturale di straordinaria bellezza, che costituisce il cuore e il simbolo stesso del Parco Nazionale del Pollino, da dove ammirare e raggiungere le cime più importanti del Massiccio: Serra di Crispo, Serra delle Ciavole, Monte Pollino e Serra Dolcedorme, che con un'altezza di 2266 metri costituisce la più elevata vetta del complesso montuoso e di tutta la Calabria. Sulla parte alte dei piani, in prossimità della Grande Porta del Pollino, si incontrano gli ultimi maestosi pini loricati, che con le loro forme imponenti e contorte restano tenacemente aggrappati a spuntoni di roccia inaccessibili, in una dimostrazione fantastica e immateriale di lotta per la vita e di sfida contro gli elementi naturali.
Nel Pollino ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.