Isola d'Ischia

Le Terme

Hotels Isola d'Ischia
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Le Terme

Le acque termali dell'Isola d'Ischia sono ben conosciute e utilizzate fin dall'antichitÓ. GiÓ i primi coloni Euboici (VIII secolo a.C.) apprezzavano e usavano le acque delle sorgenti termali dell'Isola. I Greci infatti utilizzavano le acque termali per ritemprare lo spirito e il corpo e come rimedio per la guarigione dei postumi di ferite di guerra attribuendo alle acque e ai vapori che sgorgavano dalla terra poteri soprannaturali; non a caso presso ogni localitÓ termale sorgevano templi dedicati a divinitÓ come quello di Apollo a Delfi. Se i Greci furono i primi popoli a conoscere i poteri delle acque termali, i Romani le esaltarono come strumento di cura e relax attraverso la realizzazione di Thermae pubbliche e utilizzarono sicuramente e proficuamente le numerose sorgenti dell'Isola.
Di terme e termalismo si riprende attivamente a parlare nel Rinascimento e un impulso decisivo alla moderna medicina termale venne dato da Giulio Iasolino, un medico calabrese, affascinato dal clima e dai fenomeni di vulcanismo secondario (fumarole e acque termali), intuendo le potenzialitÓ terapeutiche del mezzo termale, ne individu˛ la composizione delle acque e compý dettagliate osservazione circa gli effetti delle stesse su numerose patologie.
Dopo le esperienze di Iasolino, agli inizi del Seicento, considerando che molte guarigioni si ottenevano con l'uso dei bagni termali e che le cure a Ischia, abbastanza costose, potevano permettersele solo nobili e ricchi borghesi, un gruppo di nobili filantropi napoletani fece edificare nel comune di Casamicciola il "Pio Monte della Misericordia", stabilimento termale (per l'epoca) pi¨ grande d'Europa, per permettere anche a chi non aveva adeguate possibilitÓ economiche di godere delle qualitÓ terapeutiche delle locali acque termali.
Dal Seicento alla metÓ del Novecento vennero costruiti in prossimitÓ delle pi¨ rinomate sorgenti termali numerosi stabilimenti e strutture ricettive che fecero dell'Isola d'Ischia una rinomata stazione internazionale di cura e soggiorno.
Le acque termali d'Ischia si sono veramente rivelate le "miniere d'oro" dell'isola e sfruttate dal punto di vista turistico per merito soprattutto del Cavaliere del Lavoro Angelo Rizzoli (1888-1970) che con la realizzazione di grandi alberghi termali, determin˛ negli anni '50 e '60 il lancio di Ischia nel firmamento turistico internazionale con il famoso slogan "Ischia, l'isola dell'eterna giovinezza".
Sull'isola si effettuano terapie per la cura dei reumatismi, delle artriti, dell'obesitÓ, ginecologiche e del sistema nervoso. Le strutture alberghiere hanno, sviluppato un turismo della salute e della bellezza con gli health center, centri di terapia disintossicanti e di trattamenti estetici. Soltanto su quest'isola si trovano i "giardini termali" con piscine a differente gradazione, dai 28░C ai 40░C, vicinissimi al mare e in grado di consentire sia la cura tradizionale balneo-fango-terapica, sia quella elio-marina.
I maggiori complessi di "giardini termali" si trovano a Casamicciola, con il parco "Castiglione"; a Lacco Ameno, con il "Negombo"; a Forio con i "Poseidon"; a Sant'Angelo con i parchi "Tropical" e "Aphrodite"; a Ischia con gli ",Eden".
I giardini termali aprono tutti ai primi di aprile e chiudono alla fine di ottobre e sono frequentati da una clientela internazionale di ogni etÓ.
Nell'Isola d'Ischia ospitalitÓ in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.