Immaginate una grande pianura, solcata da molti corsi d'acqua, con le spalle protette da dolci colline e negli occhi un golfo di mar di sirene: anche Ulisse si ferm qui, lasciando dietro di s tre splendidi templi dorici e mille segni di conoscenza e di arte della vita e della salute... Scendiamo ora verso il mare e, all'ombra dei pini, vediamo una grande casa bianca con trenta finestre, trenta tavole imbandite, trenta ombrelloni blu... il Calypso, per soggiorni nel segno della natura e della cultura. Siamo sulla spiaggia, dove si giunge attraverso il profumato giardino mediterraneo, ma anche nel pieno centro, vicino alla zona archeologica; dal viale privato, che consente di vivere in un oasi di tranquillit, possibile raggiungere i negozi per lo shopping e le passeggiate serali. I locali e i viandanti, amano passeggiare lungo l'immensa spiaggia, raccogliendo conchiglie e legni modellati dal mare e dal vento. L'estate vede gli amanti del sole riunirsi sul lido a godersi il tempo lieto e spensierato o l'onda pigra del dolce far niente. Sui balconi che incorniciano il mare, bere un fresco Fiano prima di fare una passeggiata fino alla citt antica per vedere le colonne doriche incendiarsi al cremisi del tramonto. I templi s'illuminano arcani al crepuscolo caricando di magia le serate pestane profumate di rose appassite. Cos' che ti fa sentire a casa, in questa villa d'altri tempi, non facile a dirsi: la luce amalfitana catturata sulle maioliche, il fresco naturale dei grandi spazi dai soffitti alti e dalle mura spesse, gli arredi lignei dove singolari souvenir e pezzi d'arte richiamano alla mente racconti del Grand Tour.