La costruzione che oggi ospita La Neffola, fu probabilmente iniziata in epoca pre-romana e fu nei secoli villa rustica, conventino, torre di guardia e difesa, posta com'è sul ciglio del vallone, all'incrocio dell'antica via per Massa e la pedonale per Marina Grande, e poi casa rurale. L'edificio, in tufo e arenaria locale, ristrutturato nel massimo rispetto della articolazione pre-esistente, è circondato da 3.000 mq di giardino, con olivi secolari, agrumi, viti, ciliegi, essenze varie, che lo rendono particolare in ogni stagione. Appartamenti con angolo cottura, ampi bagni, aria condizionata e tutta la dotazione di una buona struttura ricettiva.
Il complesso dista 500 m dal centro di Sorrento, 1,5 km dal porto e dalla stazione della Circumvesuviana, 300 m dal mare. Ha un parcheggio riservato e nell'attiguo villaggio Nube d'Argento, un ristorante ed una piscina a disposizione. La Neffola rappresenta il ritorno alla ospitalità sorrentina in chiave ottocentesca, quando illustri viaggiatori e villeggianti alloggiavano in case private, meglio se con giardino, per trascorrere una vacanza tranquilla tra gente semplice. Tutto è stato fatto per non far perdere alla struttura il suo originario carattere rurale e per offrire agli ospiti un soggiorno appartato e piacevole. L'operazione ha, quindi, anche un carattere culturale e di recupero ambientale e rappresenta la prima del genere nella città.