Dolomiti



Scala europea del pericolo di valanghe

- Stabilità del
manto nevoso
Probabilità
di distacco
Indicazioni per vie
di comunicazione
e per centri abitati
/ raccomandazioni
Indicazioni per sciatori
fuori pista
/ raccomandazioni
1
debole
Il manto nevoso è in generale ben consolidato e stabile. Il distacco è generalmente possibile solo con un forte sovraccarico** su pochissimi pendii ripidi estremi.
Sono possibili solo piccole valanghe spontanee.
Nessuna minaccia Condizioni in generale sicure
2
moderato
Il manto nevoso è moderatamente consolidato su alcuni pendii ripidi*, per il resto è ben consolidato Il distacco è possibile soprattutto con un forte sovraccarico** sui pendii ripidi indicati.
Non sono da aspettarsi grandi valanghe spontanee.
Minaccia da parte di valanghe spontanee poco probabile Condizioni in buona parte favorevoli.
Prudente scelta dell'itinerario, soprattutto sui pendii ripidi di quota ed esposizione indicate.
3
marcato
Il manto nevoso presenta un consolidamento da moderato a debole su molti pendii ripidi* Il distacco è possibile con un debole sovraccarico** soprattutto sui pendii ripidi indicati.
In alcune situazioni sono possibili valanghe spontanee di media grandezza e, in singoli casi, anche grandi valanghe.
Singole zone esposte sono minacciate. In queste zone sono raccomandati a seconda delle circostanze dei provvedimenti di sicurezza. Condizioni in parte sfavorevoli.
È necessaria esperienza nel giudicare la situazione sul fronte delle valanghe.
Pendii ripidi di quota ed esposizione indicate sono da evitare il più possibile.
4
forte
Il manto nevoso è debolmente consolidato sulla maggior parte dei pendii ripidi*. Il distacco è probabile già con un debole sovraccarico** su molti pendii ripidi.
In alcune situazioni sono da aspettarsi molte valanghe spontanee di media grandezza e, talvolta, anche grandi valanghe.
Buona parte delle zone esposte sono minacciate. In queste zone sono raccomandati dei provvedimenti di sicurezza. Condizioni sfavorevoli.
È necessaria molta esperienza nel giudicare la situazione sul fronte delle valanghe.
Limitarsi a zone moderatamente ripide / attenzione anche alle zone di deposito delle valanghe.
5
molto
forte
Il manto nevoso è in generale debolmente consolidato e per lo più instabile. Sono da aspettarsi numerose grandi valanghe spontanee, anche su terreno moderatamente ripido. Minaccia acuta. Estesi provvedimenti di sicurezza. Condizioni molto sfavorevoli.
Rinuncia raccomandata.
*Il terreno esposto a valanghe e generalmente descritto in modo più dettagliato nel bollettino (es. quota, esposizione, forma del terreno, ecc.)

**Sovraccarico:
- forte (es. mezzo battipista, uso di esplosivo, gruppo compatto di sciatori, escursionista a piedi)
- debole (es. singolo sciatore, snowboarder o escursionista con racchette da neve)

Pendii ripidi: pendii con inclinazione superiore a ca. 30 gradi
Terreno moderamente ripido: pendii con inclinazione sotto di ca. 30 gradi
Pendii ripidi estremi: pendii con caratteristiche sfavorevoli per quel che concerne l'inclinazione, la forma del terreno, la vicinanza alla creste e la rugosità del suolo.

Spontaneo: senza l'intervento dell'uomo.
Esposizione: punto cardinale verso il quale è rivolto il pendio.
Esposto: in questo caso significa "particolarmente esposto al pericolo"


Nelle Dolomiti ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, rifugi, villaggi turistici e case per ferie.