Montebello

Hotels Montebello
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Anche le ricerche dei giorni successivi non danno buon esito. Vero o non vero le guardie furono condannate a morte per aver fallito il loro compito. Guendalina ed i suoi capelli tinti con estratti d'erba (da qui il nome Azzurrina) erano stati consegnati alla leggenda. La leggenda narra che il folletto di Azzurrina Ŕ pronto a farsi riascoltare negli anni che finiscono in 0 e 5 nel solstizio d'estate.
La storia di Azzurrina ha destato un interesse notevole all'interno della Rai, a tal punto che ha inviato una troupe per registrare il pianto del folletto nel solstizio d'estate del 1990 (la storia fu riportata anche nella trasmissione Misteri). Dal nastro inciso in quei giorni si pu˛ percepire un suono che assomiglia al pianto di un bimbo).
Le correnti di pensiero a giustificare quel suono sono precisamente tre: La prima corrente attribuisce quei suoni al fantasma. La seconda corrente attribuisce quel suono al richiamo di gatti in amore (il suono emesso dai gatti in questo determinato periodo assomiglia al pianto di un bimbo). La terza corrente attribuisce la causa al vento che incanalandosi nelle fessure del castello provoca correnti e fruscii che possono assomigliare ad un pianto.
Il nostro viaggio si conclude qui. Ancora tanto ci sarebbe da scrivere, ma preferisco lasciare un po' di mistero attorno al personaggio di Azzurrina ed al castello di Montebello.