Parma

Hotels Parma
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Nel 1847, morta Maria Luigia, il Ducato torn˛ ai Borbone. Nel 1854 dopo l'assassinio del Duca Carlo III, la moglie Luisa Maria di Berry assunse la reggenza in nome del figlioletto Roberto fino a quando, nel 1859, un generoso moto popolare la costrinse a lasciare dignitosamente il Ducato. Il 18 marzo 1860, con un solenne plebiscito, Parma entr˛ a far parte del Regno d'Italia. CittÓ d'arte conosciuta per i suoi itinerari artistici e culturali, attira l'interesse del visitatore anche per la ricca documentazione che offre su importanti scuole di vari periodi. Chi voglia ricercare, infatti, le testimonianze pi¨ doviziose dell'attivitÓ di Benedetto Antelami, il pi¨ grande scultore-architetto del Medioevo, o il nucleo pi¨ importante dell'opera affascinante del Correggio o momenti particolarmente significativi della pittura estrosa del Parmigianino, sa che solo Parma pu˛ offrire questa documentazione. A Parma sono, altresý, legati il nome e il magistero artistico del saluzzese Giambattista Bodoni, "principe dei tipografi". Significativa Ŕ infine la collocazione di Parma nella vita musicale italiana, non solo perchŔ nella sua terra nacque il genio di Verdi o per aver dato i natali a Ferdinando PaŰr, Ildebrando Pizzetti e Arturo Toscanini, ma anche per il suo illustre Conservatorio, per il celebre Teatro Regio e soprattutto per l'importanza della musica nelle tradizioni popolari e culturali della sua gente.