Campigna, localit turistica estiva e invernale, facilmente raggiungibile sia dal Casentino che dalla pianura romagnola attraverso la SS 310 del Bidente. Abbracciata dal Parco Nazionale, sicuramente un punto di interesse naturalistico tra i pi importanti, derivante in larga misura dall'imponente e secolare foresta di faggi e abete bianco, e dalle innumerevoli specie di fauna come il cervo, daino, capriolo, lupo, e aquila reale; meta ideale per fotografi naturalisti. Gi riserva biogenetica dal 1977, Campigna confina nel versante orientale con la riserva Integrale di Sasso Fratino, raro esempio di intatta foresta e fiore all'occhiello del Parco, la prima istituita in Italia nel lontano 1959, insignita del diploma del Consiglio d'Europa per ben 4 volte.
Una vasta rete di sentieri soddisfa gli amanti del trekking estivo e invernale, sentieri che costeggiano numerosi rii, tra belle cascate che vano ad alimentare torrenti delle valli romagnole, mentre dalle pendici del Monte Falterona scaturiscono le acque che danno vita al fiume Arno. Campigna insomma, e vuole essere un'oasi incontaminata dove silenzi e natura si incontrano per contrapporsi al caotico ritmo di vita della citt.