Ravenna e dintorni

Culto - Religione

Hotels Ravenna e dintorni
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Indossavano un lungo mantello stretto in cintola, che di notte serviva da coperta, in testa un cappello a tesa larga, per evitare la pioggia e il sole. Nella bisaccia tenevano pane e formaggio e il salvacondotto, (una specie di passaporto ante Litteram), il denaro, le pietre focaie, almeno un paio di suole di cuoio per aggiustare le scarpe, un coltello, delle stringhe, della sugna, vino in una fiasca di pelle o in una zucca, ed in mano il bordone per appoggiarsi nelle salite, per sondare i guadi, per scacciare i cani randagi, e all'occorrenza, per difendersi. Alla partenza facevano benedire l'abito. Spesso il bordone aveva una forma a croce (Taumata). I pellegrini diretti verso Roma o altri luoghi sacri, erano convinti di purificare le loro anime, e spesso iniziavano, dopo, una nuova vita.
I pellegrini diretti in terra santa portavano, come segno, un ramo di palma ed erano chiamati "palmieri"; "Giacobei" venivano chiamati i pellegrini diretti a S. Giacomo di Campostela; invece coloro che erano diretti a Roma venivano chiamati "Romei". Roma era la meta di pellegrinaggio pił comune e prediletta, poichč si era convinti che il Papa stesso avrebbe assolto dai peccati e dalle colpe ogni singolo pellegrino. I pellegrini avevano dei ben precisi punti di riferimento, ad esempio monasteri, abbazie e "hospitia"; consultavano delle mappe in pergamena, dove erano segnati gli itinerari da seguire.
Nel Nord-Europa attraccavano ad Amburgo le navi provenienti da Bergen. Poi da Amburgo attraversavano la vasta Lüneburger Heide verso Osnabrück e Soligen (che gią allora era nota per la buona qualitą del suo acciaio, come pure delle spade, sciabole, ecc.), fino a Colonia. Questa era a quei tempi la cittą tedesca pił popolata, e nel porto interno sostavano due importanti flotte. Colonia era fin dal 1200 una cittą libera. Lą si raccoglievano i "Romei", in preghiera attorno alle reliquie dei tre Re Magi, che erano state portate a Colonia da Milano dal vescovo Reinhard von Dassel nel duomo costruito nel 1248. Quelle reliquie erano custodite in un sarcofago d'oro, che era stato creato nel XII sec. dall'artista Nicola di Verdun e dai suoi allievi.

A Ravenna e dintorni ospitalitą in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.