Pordenone

Hotels Pordenone
- Ristoranti - Prodotti Tipici -


L'antica "Portus Naonis" dei Romani cominci˛ ad avere risonanza storica nel secolo V. Nel 1202 si sottrasse al pi¨ che centenario dominio del Patriarcato di Aquileia e inizi˛ un periodo di sottomissione all'Austria con le casate di Stiria (1269) e degli Asburgo (1276). Enclave asburgica in terra friulana, legata economicamente sia ai mercati transalpini sia, tramite il sistema idroviario Noncello-Meduna-Livenza, a Venezia e ai suoi mercati: questa la potenzialitÓ storica che determin˛ il successivo sviluppo della cittÓ. GiÓ durante la dominazione asburgica, che si protrasse fino al 1508, in cittÓ fiorirono una serie di attivitÓ: molini e cartiere, botteghe di ceramica e d'oreficeria, telai da lana e da seta, banchi di pegno e scuole, medici e notai.
Dal 1508 al 1537, Pordenone con le sue sette "ville" costituý l'unico esempio friulano di vera e propria Signoria rinascimentale, affidata al condottiero Bartolomeo Liviano d'Alviano che l'aveva conquistata combattendo alla testa delle truppe veneziane. Spentasi senza eredi la famiglia nel 1537, Pordenone pass˛ sotto la legislazione di Venezia. La fine della Serenissima, nel 1797, aprý un convulso quindicennio durante il quale la zona fu spesso campo di battaglia tra gli oppositi schieramenti franco-italiani e austro-russi. Nel periodo del Regno Lombardo-Veneto (1815-1866), la cittÓ visse un autentico decollo industriale nei settori ceramico, cartario e tessile, supportato in modo determinante dall'energia idroelettrica, campo in cui Pordenone pu˛ vantare invidiabili prioritÓ. Dopo il passaggio all'Italia (1866), nei decenni attorno al 1900 furono avviati altri settori, quali il metalmeccanico, il siderurgico, il chimico, il molitorio, e quello del legno, a opera della "dinastie" dei vari Zanussi, Galvani, Savio, Tomadini, Bertoja.
Da vedere: l'elegante Municipio dalle forme gotiche risalente al 1291; il Duomo Cattedrale di San Marco del XIV secolo che contiene notevoli opere d'arte, tra cui alcuni dipinti di Giovanni Antonio de' Sacchis, detto il Pordenone; il Campanile ritenuto tra i pi¨ belli d'Italia; il Museo civico d'arte, collocato in Palazzo Ricchieri, che conserva numerose sculture lignee e dipinti; il Museo civico delle scienze; Corso Vittorio Emanuele, la via pi¨ antica e signorile della cittÓ su cui si affacciano prestigiosi palazzi; la Chiesa di Santa Maria degli Angeli detta del Cristo che conserva al suo interno lacerti di affreschi trecenteschi; il Museo Diocesano di Arte Sacra che comprende affreschi e sinopie, statue e disegni, arredi e tessuti provenienti da tutto il territorio tra il Livenza e il Tagliamento della diocesi di Concordia-Pordenone; il Museo Archeologico situato nel Castello di Torre; il percorso di archeologia industriale dei cotonifici ottocenteschi, situati nei dintorni dell'ampia area verde che circonda il fiume Noncello.

Pordenone ospitalitÓ in Hotel Albergo Agriturismo Bed&Breakfast Camping Casa Vacanze Affittacamere Residence Villaggi Turistici Locanda.

Pordenone vacanze in Hotel

Gorizia e dintorni

Corm˛ns
Bed and Breakfast - Affittacamere Corm˛ns
B&B La Casa di Alice
Agriturismi Corm˛ns
Agriturismo Al Benandant
Agriturismo Domus Rustica
Residences - Appartamenti - Case Vacanze Corm˛ns
Agriturismo Al Benandant
Agriturismo Domus Rustica
Shopping Corm˛ns
Cantina Zorzon
Aziende e Prodotti Tipici Corm˛ns
Cantina Zorzon
Agriturismo Domus Rustica

Grado
Hotels Grado
Hotel Hannover
Hotel Lido
Hotel Al Sole
Residences - Appartamenti - Case Vacanze Grado
Hotel Lido

Udine e dintorni

Buttrio
Agriturismi Buttrio
Agriturismo Il Vagabondo
Ristoranti Buttrio
Ristorante Il Vagabondo
Aziende e Prodotti Tipici Buttrio
Agriturismo Il Vagabondo
Cerimonie Buttrio
Ristorante Il Vagabondo

Lignano Sabbiadoro
Hotels Lignano Sabbiadoro
Hotel La Pigna
Ristoranti Lignano Sabbiadoro
Ristorante Enoteca La Pigna

Venzone
Hotels Venzone
Locanda Al Municipio
Ristoranti Venzone
Ristorante Locanda Al Municipio




  Hotel Luna
  Palace Hotel Moderno
  Hotel Santin