Ventotene - Santo Stefano

Hotels Ventotene - Santo Stefano
- Ristoranti -
Di grande rilievo le vere e proprie praterie di posidonia, una pianta marina che qui, grazie alla trasparenza delle acque, vive oltre 40 m di profondità. L'integrità dell'ambiente marino di Ventotene e Santo Stefano è garantita dalla Riserva Naturale Marina Protetta Isole di Ventotene e Santo Stefano, suddivisa in tre aree con differenti gradi di tutela, che consentono il mantenimento di un equilibrio che la natura e l'ambiente s sono costruiti nei secoli: la Riserva Integrale, che coincide con la zona biologicamente più intatta, in cui l'accesso è consentito in misura limitata ed esclusivamente per scopi scientifici; la Riserva Generale, in cui è possibile l'intervento umano, nel totale rispetto dell'integrità naturale, e l'accesso in punti e secondo percorsi prestabiliti; la Riserva Parziale, dove la presenza dell'uomo è preponderante e sono ammesse tutte le attività compatibili con la preservazione e la tutela dell'ambiente.

Ventotene - È l'altro Comune del piccolo arcipelago. Lunga circa 2800 metri, larghezza massima 800 metri, alta nel punto più elevato appena 139 metri (Monte dell'Arco), l'Isola presenta caratteristiche assai diverse da Ponza. Più compatta, denuncia la sua origine vulcanica nelle terre rossastre e brune, coperte da bassa vegetazione e da fichi d' India. Luogo di esilio per la bella Giulia figlia di Augusto, Agrippina, consorte di Germanico, e Ottavia, sterile moglie di Nerone, conserva resti della villa imperiale presso Punta Eolo. La chiesa, dedicata a S. Candida, è del 1765, su disegno del Winspeare. Il giro dell' isola riserva piacevoli sorprese, partendo da Punta Eolo (tipiche le basse rocce a taglio verticale, come parallelepipedi); Cala Rossano con il porticciolo per le motonavi, la spiaggetta, le "grotte"; la tufacea Punta del Pertuso, sede del porticciolo romano, con banchine sormontate da suggestivi archi naturali pure di tufo; la spiaggetta di Cala Nave con i due scogli della Nave di Terra e della Nave di Fuori; la Punta dell'Arco, Punta Pascone, Cala Parata Grande, con un'altra spiaggetta, gli Scogli degli Sconcigli. Il pittoresco ridente abitato costituisce con i suoi chiari colori un esempio di insediamento mediterraneo, semplice e lindo. Collegamenti: motonavi ed aliscafo da Formia (e Anzio in estate).

Santo Stefano - A poco più di mezzo miglio marino da Ventotene si trova l'isola di Santo Stefano. Ha forma circolare e si estende su una superficie di 28 ettari. Il suo prfilo è dominato dall'imponente mole del penitenziario costruito nel 1795 con la struttura di un panottico e secondo il principio del "dominio della mente su un'altra mente" e utilizzato fino al 1965, quando fu abbandonato, come prigione per gli ergastolani. L'isola completamente disabitata, è meta di escursioni e dispone solo di piccoli approdi, agibili a seconda del girare del vento: il principale è la Marinella, davanti a Ventotene.