Garlasco

Hotels Garlasco
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -



Garlasco Ŕ un centro agricolo e industriale situato nella Lomellina a 21 Km dal capoluogo. Assegnato in feudo al Monastero pavese di S. Salvatore nel 981 da Ottone II, pass˛ nel XIV secolo sotto la dominazione dei Visconti e venne incorporato nel ducato di Milano. Nel 1370 fu distrutto quasi completamente dalle truppe del marchese Giovanni di Monferrato.
Interessato dalla II guerra d'indipendenza (1859), venne gravemente danneggiato dalle azioni dell'esercito austriaco. I monumenti pi¨ rappresentativi sono: l'ospizio S. Anna, fondato nel XIX sec; la chiesa di S. Maria Assunta, costruita nel XVIII sec. su progetto dell'architetto Regina; la chiesa della SS. TrinitÓ, in stile barocco, ricostruita nel 1712 sull'edificio pi¨ antico preesistente; la chiesa di S. Rocco, del XVII sec, che subý gravi spoliazioni a opera dell'esercito francese nel 1813.
Il Castello: secondo documenti del XIV secolo, a Garlasco fu edificato (forse su fortificazioni preesistenti) un castello da Francesco Sforza. Era uno dei pi¨ importanti della Lomellina, definito propugnaculum Papiae (baluardo di Pavia). Nel 1524 fu saccheggiato e distrutto; della struttura rimane solo una torre, restaurata nel 1989 dal Comune, che mantiene le merlature e le impronte dei bolzoni. Il perimetro del castello attualmente pu˛ essere dedotto dalla conformazione degli edifici e dell'impianto urbanistico del centro cittadino.
Il Santuario della Madonna della Bozzola: si trova a circa 1 km da Garlasco, ed Ŕ noto per un fatto miracoloso avvenuto nel Quattrocento, secondo cui una giovane del paese, muta dalla nascita, avrebbe riguadagnato la voce pregando presso l'edicola che custodiva un affresco della Vergine in trono col bambino (conservato sull'altare maggiore del santuario odierno). A seguito del fatto, fu edificata la chiesa che divenne un centro di pellegrinaggio popolare molto frequentato. Per questo motivo il santuario fu ampliato nel Seicento; in seguito ha subito ulteriori rimaneggiamenti (la facciata Ŕ del 1898).
Oasi Bosco del Vignolo: l'oasi Ŕ una riserva naturale inserita nell'ambito del Parco del Ticino e copre una superficie di 24 ettari; Ŕ stata istituita per tutelare i diversi ambienti naturali che la contraddistinguono. La varietÓ degli ambienti si riflette sulla ricchezza di flora e fauna. Si possono infatti trovare robinie, platani, pioppi neri, sambuchi, vari generi di felci, canne palustri e gigli di palude. Fra i volatili, qui nidifica solo il tarabusino, ma si possono osservare anche aironi cenerini, nitticore e garzette. Diversi i rapaci presenti oltre a molti altri uccelli (usignolo, cardellino, fringuello), fra cui il martin pescatore, simbolo dell'oasi.

Garlasco ospitalitÓ in Hotel Albergo Agriturismo Bed&Breakfast Camping Casa Vacanze Affittacamere Residence Villaggi Turistici Locanda.

Garlasco vacanze in Hotel