Stare in albergo come a casa... Ma cambiando i colori e la luce. Aggiungendo il suono del mare. Qui intanto, probabilmente, sei servito meglio che a casa. La spiaggia a venti passi, il verde, tanto già fuori la porta. Dalla camera lo sguardo ti si libera tra onde o colline. Annusi salmastro, ti ricordi l'appetito e lo plachi, i bambini si calmano perché imparano. L'auto puoi scordartela (acquattata tra pini e viti americane).
Altri ritmi, la nostra colpa è che la vacanza ti sfugge troppo presto...