Toskana Hafen

Isola di Capraia

43°03',09 N 09°50',36 E

Il porticciolo dell'isola di Capraia è racchiuso tra 2 moli: il Molo Nord di circa 140 med, il Molo Sud di circa 100 mll, il Molo Nord e la riva ad esso prospicente sono interamente banchinati.L'attracco è possibile lungo tutto il banchinamento del porto ad eccezione del Molo Sud che non è banchinato e del tratto compreso tra il pennello e loscalo d'alaggio.
Pericoli: attenzione ad alcuni scogli affioranti denominati "Le Chiapparelle" di fronte a Punta delle Teglia a Lat. 43°04',46N - Long. 009°49',69E
Orario di accesso: continuo
Accesso: l'entrata e l'uscita devono essere effettuate a velocità non superiore a 3 nodi. Prima di entrare in porto è necessario contattare la direzione del porto al numero 338.3744102 per la disponibilità degli ormeggi.
Fari e fanali: 1996 (E 1400) - faro a lampi lunghi bianchi, periodo 6 sec., portata a 15 M su Punta del Ferraione; 1999 (E 1401) - fanale a lampi verdi, periodo 3 sec, portata 4 M, sul gomito della scogliera del molo Nord (visibile da 195° a 074°); 2000 (E 1402) - fanale a lampi verdi, periodo 3 sec., portata 4 M, sulla testata del molo Nord (visibile da 254° a 210°); 2001 (E 1403) - fanale a lampi rossi, periodo 3 sec., portata 4 M, sulla testata del molo di sottoflutto; 2004 (E 1404) - fanale a lampi bianchi, periodo 8 sec., portata 9 M, 60 m ad Est dell'estremità di Punta del Trattoio
Fondo marino: sabbioso
Fondali: in banchina da 1 a 4 m
Divieti: dare fondo all'ancora in porto; presso "Le Formiche" nel raggio di 350 m dal punto di coordinate Lat. 43°04',52N - Long. 009°49',79E sono vietati l'ancoraggio, la sosta, la pesca e qualsiasi attività subacquea o di superficie; a causa del rischio di crollo del castello "San Giorgio" sono interdette la navigazione, la sosta, l'ancoraggio e qualsiasi attività subacquea e di superficie nell'area di mare delimitata dai seguenti punti: 1) Lat. 43°02',7N - Long. 009°50',82E 2) Lat. 43°02',75N - Long. 009°50',92E 3) Lat. 43°02',95N - Long. 009°50',65E 3) Lat. 43°03'N - Long. 009°50',78E.
Nello specchio acqueo antistante il molo d'attracco delle navi traghetto, estesa in un semicerchio avente raggio 200 m e centro sulla testata del predetto molo, è interdetta la sosta di qualsiasi unità in quanto stabilmente destinata a spazio evolutivo per manovre delle navi di linea. Tutte le unità, anche di bandiera estera, alla fonda in rada, che non usufruiscono di punto di ormeggio in concessione, dovranno essere sempre debitamente armate di personale di guardiania che sia titolato ed idoneo a prendere tutti i provvedimenti del caso per l'immediato spostamento della nave in caso di necessità. Eventuali deroghe devono essere richieste direttamente al Comandante del Porto. Il tratto di banchina di 25 m lato sud del dente di attracco di Punta del Frate è interdetto all'attracco di qualsiasi unità navale, ad esclusine della nave cisterna che fornisce l'isola di acqua potabile e/o piccole unità da traffico passeggeri. Alla sola testata del molo nord dell'imboccatura del porto è interdetto l'accosto per ogni tipo di unità navali.
Venti: preminenti il Grecale ed il libeccio
Traversia: grecale
Ridosso: libeccio
Rade sicure più vicine: Portoferraio, Marina di Campo
Aree riservate al diporto

I diportisti possono ormeggiare alle banchine intene, quella esterna \150 riservata ale navi di linea.

Servizi ed attrezzature

Distributore di benzina, gasolio in banchina (orario continuo)
- 1 prese acqua
- acquaiolo
- fontanella acqua
- illuminazione banchine
- cabina telefonica
- 1 scivolo
- 1 scalo d'alaggio fino a 5T.
- 1 gru mobile fino a 5 T.
- 1 travel lift da 2T.
- ormeggiatori
- servizi igienici e docce
- ritiro rifiuti
- parcheggio auto