Porti della Toscana

Giglio Porto - Isola del Giglio

42°21',61 N 10°55',21 E

Giglio Porto è costituito da due moli: all'interno di essi vi è inoltre il nuovo pontile dove è vietato l'ormeggio.
Pericoli: prestare attenzione alle scarpate subacquee dei due moli, in particolare mantenersi distaccati dal molo foraneo. Presenza di catenarie di corpi morti sul fondale del porto (probabile incaglio dell'ancora). Bassi fondali in prossimità del distributore carburanti (min. 0,50 max 2,20 m).
Orario di accesso: continuo
Accesso: prestare attenzione in entrata e in uscita ai venti del II quadrante che causano un forte scaroccio verso l'estremità del molo di ponente; massima attenzione alle navi traghetto in servizio di linea con Porto Santo Stefano.
Fari e fanali: 2156 (E 1486) - faro a lampi bianchi, grp. 3, periodo 15 sec., portata 16 M, su Punta Fenaio, all'estremità Nord dell'isola (visibile da 026° a 249°); 2160 (E 1488) - fanale a lampi rossi, periodo 3 sec., portata 7 M, sul moletto di levante (distanza di sicurezza 20 m); 2164 (E 1490) - fanale a lampi verdi, periodo 3 sec., portata 7 M, sul moletto di Ponente (distanza di sicurezza 10 m); 2168 (E 1492) - faro a lampi bianchi, grp. 4, periodo 30 sec., portata 23 M, su Punta del Capel Rosso, all'estremità Sud dell'isola (visibile da 232° a 134°).
Fondo marino: sabbioso
Fondali: in banchina da 0,80 a 4,50 m
Radio: Vhf canale 16
Venti: nord - NE - SE
Traversia: nord - NE
Ridosso: tutti gli altri venti
Aree riservate al diporto

Il porticciolo del Giglio, nei mesi estivi, è molto affollato sia da natanti da diporto che dl continuo viavai dei traghetti ; si può ormeggiare alla banchina di levante, ad esclusione dei primi 40 m a partire dalla fine della scogliera e relativo spechio acqueo; si consiglia di prendere contatti con l'Autorità Marittima per la sosta e l'ormeggio in porto.

Servizi ed attrezzature

Distributore carburanti in banchina (orario estivo 07.00-19.30)
- illuminazione banchine
- cabina telefonica
- gru mobile
- officina motori
- assitenza elettrica
- riparazioni scafi in legno
- servizi antincendio
- servizi igienici
- ritiro rifiuti
- parcheggio auto
Dal 1997 al Porto dell'Isola del Giglio è stata installata una catenaria per l'ormeggio natanti.

Ormeggio destinato alle unità in transito

Lungo la banchina del molo di ponente, fatto salvo i primi sei mt a partire dal fanale verde di entrata, è riservato per l'ormaggio delle unità in transito un tratto lineare di mt. 10. Al fine di consentire l'utilizzo della predetta banchina, a tutte le unità da diporto in transito, è ammesso l'attracco per non più di cinque giorni consecutivi. È ammesso l'ormeggio al transito non eccedendo la prima andana nello specchio acqueo prospiciente la predetta banchina. Sarà cura del Comandante dell'unità avvertire l'Ufficio Locale Marittimo sulla data di arrivo e su quella di partenza comunicando nel contempo le sue generalità, le caratteristiche ed il nome dell'unità. In caso di sosta superiore al tempo predetto, il Comandante del Porto ordina lo sgombero immediato dell'unità. Le unità in transito che lasciano l'ormeggio ne perdono automaticamente il diritto. Qualora non vi fossero più posti al transito in banchina le unità rimarrano in attesa all'ancora uin rada.