Isole Tremiti

Hotels Isole Tremiti
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Le isole che compongono l'arcipelago delle Tremiti sono: l'Isola di San Domino, la pi¨ grande e quella pi¨ votata al turismo, interamente ricoperta da una lussureggiante pineta a Pino d'Aleppo; l'Isola di San Nicola, sede amministrativa, storica e religiosa; l'Isola di Caprara che forse deve il suo nome alle piante di cappero o pi¨ probabilmente alla presenza di capre selvatiche; la lontana e disabitata Pianosa e alcuni scogli maggiori tra cui il Cretaccio e la Vecchia.

San Nicola e San Domino rappresentano il nucleo delle Tremiti, il cui nome deriva probabilmente dal "tremore" dei terremoti che caratterizzava queste isole. La presenza umana Ŕ attestata a San Domino fin dal Neolitico. A San Nicola, l'isola pi¨ importante storicamente, intorno all'anno mille si insediarono i benedettini per continuare il culto della Madonna della Protezione; costruirono l'abbazia fortificata di Santa Maria a Mare, passata poi ai Cistercensi, che sovrasta il panorama con i suoi densi mille anni di storia e architettura. Intorno al 1760 le sorti della costruzione cambiarono radicalmente: qui il re di Napoli stabilý una colonia penale. Questa funzione dur˛ fino alla fine del secondo conflitto mondiale. La chiesa di Santa Maria delle Tremiti risale invece ad una originaria cappella del IV secolo, ricostruita dai Benedettini nel 1054. L'isola di San Domino, invece, fu soprannominata "orto del Paradiso" dai monaci. Presenta infatti una vegetazione lussureggiante di pineta e macchia mediterranea; la sua costa presenta spiagge e calette straordinarie come Cala Martano, Punta del Pigno, Punta dell'Elefante, la Cala delle Roselle e la Grotta delle Viole, del bue Marino fino alla Cala Rossa e alla Cala degli Inglesi. Ma a scoprirla tutta San Domino non finisce mai di stupire.