Santa Teresa di Gallura

Hotels Santa Teresa di Gallura
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Anche il periodo di prosperità che segue è destinato a durare poco con l'arrivo degli Aragonesi, che, non amati dalla popolazione, se ne vanno distruggendo tut-to dietro di sé. Nel 1803 Santa Teresa di Gallura ritorna in vita grazie a un ufficiale piemontese, Magnon, che, oltre alla stesura del progetto di costruzione del paese, rappacificò le famiglie rivali.
Il nome doveva esser dedicato a Maria Teresa d'Austria, moglie di Vittorio Emanuele I°, re di Sardegna, ma la regina espresse il desiderio di dedicarlo a Santa Teresa per la quale contribuì alla costruzione della chiesa unitamente al parroco don Balata.
Oggi a Santa Teresa di Gallura, il turista può notare l'ordinata disposizione delle strade, ammirare la torre di Longone, la tranquilla baia del porto, le tormentate scogliere di Municca, l'ormai famosa roccia del generale, e non può non rimanerne affascinato.