Lampedusa

Sott'acqua

Hotels Lampedusa
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Dal Capo a Punta Parise il fondale è basso, ma d'estate si possono incontrare anche cernie isolate in cerca di cibo. Lo scoglio Sacramento, una delle zone più selvagge dall'isola e punto d'inizio d'un tratto (fino a Punta Muro Vecchio) dove si verificano grandi passi di ricciole (Seriala dumerili), presenta un fondale che si schematizza in un gradino sui 15 m di profondità e poi in un gran salto nell'abisso.
La zona di Punta Sottile, un'elegante propaggine che si spinge in mare aperto ed è cinta da fondali sui 15/30 m; più al largo, circa a 1,5 km da riva, il fondo risale a 25 m con gigantesche rocce a punta. I dentici (Dentex dentex) e le ricciole fanno qui buona compagnia a cernie, corvine e a parecchie altre specie. Da Punta sottile a Cala Maluk i fondali sono discreti soprattutto perchè ricchi di pesce bianco.
Pesci d'ogni genere s'aggirano in questo ambiente suggestivo, ritrovo d'un inconsueto numero di tonni (Thunnus thynnus) a capidogli (Physeter macrocephalus) in determinati periodi dell'anno: i tonni nel mese di settembre; i capidogli a marzo. Inoltre, facile è l'incontro con il pesce Pappagallo, tipico delle scogliere coralline dei mari tropicali. Parlando di Lampedusa non si può trascurare la famosa Secca di Lavante che si trova a circa 9 miglia a est di Punta Sottile.
Lampedusa accoglie i turisti con l'ospitalità e la cortesia in un'ampia scelta di strutture ricettive di primissimo piano.