Firenze

Palazzo Pitti - Giardino di Boboli (E6/7)

Hotels Firenze
- Ristoranti - Shopping - Prodotti Tipici - Servizi -
Fu commissionato da Luca Pitti nel 1448. Il progetto, attribuito al Brunelleschi, prevedeva un edificio molto più piccolo di quello attuale che fu ampliato quando, nel 1549, il palazzo passo ai Medici. A quell'epoca risale il bellissimo cortile disegnato dall'Ammannati. Palazzo Pitti subì numerosi ampliamenti e rimaneggiamenti nel corso dei secoli: fu sede dei Lorena e, al tempo di Firenze capitale d'Italia, della Corte Sabauda.
Accoglie oggi diversi musei e gallerie tra cui la più importante e la Galleria Palatina, costituita dalle collezioni private dei Granduchi con capolavori dal XV al XVII secolo, tra i quali opere di Tiziano, Giorgione, Raffaello, Rubens. Gli altri musei sono: Galleria d'Arte Moderna, Museo degli Argenti, Galleria del Costume, Museo delle Carrozze, Museo delle Porcellane, Collezione Contini Bonacossi, Appartamenti Reali e Appartamento della Duchessa d'Aosta.
Sulla collina di Boboli, tra Palazzo Pitti e Forte Belvedere, si estende uno dei più bei giardini all'italiana, progettato dal Tribolo nel 1549 e successivamente dall'Ammanati e dal Buontalenti. Domina il giardino, e l'intera città, un bellissimo forte del '500, Forte Belvedere, progettato dal Buontalenti per il Granduca Ferdinando I.