Isola del Giglio

Hotels Isola del Giglio
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Cenni storici

L'Isola del Giglio, dal greco Aegilion (capra), vanta una presenza umana già all'età della pietra e soprattutto nell'età del Bronzo (X sec ac), successivamente l'isola fu frequentata dagli Etruschi, come testimoniano alcuni reperti tra i quali spicca un eccezionale relitto di nave il cui recupero ha richiesto ben tre campagne di scavo dell'Università di Oxford. Gli antichi Romani si insediarono stabilmente al Giglio con una colonia (III sec d.c.) facendo conoscere all'isola un periodo di sviluppo economico grazie all'estrazione ed esportazione del pregiato granito bianco. Nell'805 il Giglio e Giannutri furono donati da Carlo Magno all'Abbazia delle Tre Fontane a Roma e nel 1269 l'isola passò agli Aldobrandeschi e poi alla potente Repubblica di Pisa, cui si deve la struttura urbanistica di Giglio Castello. Agli inizi del XV sec. l'isola divenne proprietà dei Medici di Firenze e da qui iniziò un periodo di grande sviluppo sociale. Purtroppo in quell'epoca i pirati infestavano il Tirreno e anche il Giglio, importante punto di snodo del traffico marittimo, ne subì le terribili scorribande, la più grave delle quali portò la firma del pirata algerino Barbarossa che provocò l'esodo totale della popolazione. I Medici allora si preoccuparono di ripopolare l'isola e di proteggerla fortificando Giglio Castello. Dopo l'ultima scorreria dei Turchi, nel 1799, coraggiosamente fronteggiata dai Gigliesi, ebbe inizio un periodo di maggior sicurezza che stimolò la ripresa demografica ed economica.

Nell'Isola del Giglio ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.