Capalbio

Hotels Capalbio
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -

Il declino della casata ha inizio con la morte di Aldebrandino VIII (1216). Alla fine del XIII sec. Orvieto conquistò il castello di Capalbio e i territori limitrofi. Venuta meno I'autorità politica di Orvieto, Capalbio fu concessa dagli Aldobrandini alla Repubblica di Siena, cadendo sotto it dominio degli Orsini. Nel 1416 Capalbio viene conquistata definitivamente da Siena, è questo un periodo prospero e attivo. Le lotte tra Francia e Spagna domineranno gli avvenimenti del sec. XVI; anche Siena vedrà così alienata la propria liberty a favore della potenza medicea. Capalbio nel 1555 si arrenderà, infatti, al principe spagnolo di Marignano alleato dei Medici. Con la conquista dei Medici, per Capalbio, inizia un lungo periodo di stagnazione economica e sociale. Il seicento quindi si apre all'insegna della decadenza come nel resto d'Italia e Capalbio non registra avvenimenti di grande importanza. Esaurita la casata dei Medici, net 1737, l'Impero Asburgico si affaccia anche in Toscana con i Lorena. Con Pietro Leopoldo di Lorena, Capalbio viene aggregato a Manciano, mentre poi nel 1842 Pietro Leopoldo II la farà dipendere da Orbetello. La situazione dei territori di Capalbio tra il Settecento e l'Ottocento è disastrosa: i terreni coltivati tornano preda delle paludi e si diffonde nuovamente la malaria, cosi progressivamente la zona si spopola. Alla fine dell'Ottocento il territorio di Capalbio è diviso in due ampi latifondi: da una parte quello dei Collacchioni e da una parte quello dei Vivarelli-Colonna. Una lunga cinta muraria segna i confini delle due proprietà. Dopo la seconda guerra d'Indipendenza, Capalbio, come tutta la Toscana, nel 1860 passa sotto il Regno d'Italia. Nel 1952 l'applicazione della riforma agraria preceduta dalla creazione nel 1951 dell'Ente Maremma, riuscirà a recuperare l'agricoltura verso un moderno sviluppo. Capalbio tornerà alla propria autonomia nel 1960.