Lustignano

Hotels Lustignano
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
In questo scenario si Ŕ concretizzato il passato di Lustignano e il suo ruolo che, seppur modesto, ha consentito il perpetuarsi del nome Lustignano nel quale si sono identificate e tramandate le genti di questa parte della Val di Cornia fino ai giorni nostri. La comunitÓ attuale conta circa 200 abitanti, compreso lo spopolato Lagoni Rossi: pochi, si, ma fieri e orgogliosi del loro amato paese di ieri e di oggi. Lo spirito di questa terra Ŕ espresso dalle recenti opere scultoree del lustignanino Fabio Batini: nella piazza dell'Asilo ha impreziosito la "Fontana della Chiocciola" con il bassorilievo dello stemma del paese con la scultura della chiocciola, tipica della Cornia e cibo gustoso per i maremmani, l'acqua viene raccolta in una coppa a forma di serpente, con un occhio della vipera e l'altro della innocua biscia. La Fontana della Lucertola (o meglio "del ramarro"), simpatico e affascinante rettile della fanciullezza Ŕ all'inizio del paese con lo scopo di offrire al turista o al viandante un sedile, le coordinate geografiche, la direzione del vento nonchÚ l'acqua raccaita, in mani simboleggianti i popoli assetati; infine, fuori paese, si trova "La Fontana del Poggiolo", un masso di arenaria scolpito come allegoria della festa paesana di mezz'agosto, (organizzata dalla Associazione Culturale Sportiva Lustignano), con una fontanella per i frequentatori del vicino campo sportivo polivalente.