Pisa

Hotels Pisa
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -


Pisa, Piazza del Duomo
Patrimonio dell'Umanità UNESCO



Posta a pochi chilometri dal mare, al termine di una lunga e fertile pianura fluviale, quella dell'Arno, Pisa è al centro di un'area caratterizzata da un ambiente naturale che ha ben pochi paragoni, costituito dai grandi boschi litoranei dove dominano i sentori del pino e del salmastro, oggi racchiusi in un Parco Naturale che li tutela. Coltano, Tombolo, Migliarino, San Rossore, ma anche Marina di Pisa e Tirrenia sono i capitoli di questo ambiente che fa di Pisa un "unicum" non soltanto nel panorama toscano.
Antico porto romano e grande repubblica marinara, Pisa oggi non è più sul mare, ma il suo passato splendore è ancora vivo nei suoi monumenti, carichi di arte e di storia. Le viuzze strette che si aprono in pittoresche piazzette con variopinti mercati, i nobili lungarni con gli splendidi e maestosi palazzi, l'affascinante Piazza dei Cavalieri e la Piazza dei Miracoli, uno dei complessi monumentali più famosi del mondo con il Duomo, il Battistero, il Camposanto e la celeberrima Torre Pendente, emblema della città. Pisa, oltre ad annoverare una quantità enorme di tesori d'arte, è una città di antichissime tradizioni culturali: patria del Galileo, vanta un'università fra le più antiche e famose del mondo.
Città di campanili e di chiese, uniche e inconfondibili per il loro purissimo stile romanico, Pisa si offre al visitatore anche con una serie di manifestazioni folkloristiche. Notevoli la Stagione Musicale, la grandiosa Regata Storica, il Gioco del Ponte e la Luminara, una fantastica illuminazione a cera dei Lungarni che si effettua ogni anno il 16 Giugno, vigilia della ricorrenza del patrono della città, San Ranieri.

Storia - Fondata dai Liguri e abitata poi dagli Etruschi, deve la sua nascita come città ai Romani, di cui ci resta la pianta a scacchiera della città vecchia. Era all'epoca urbe lagunare, poiché sorgeva sul mare. Nell'alto medioevo fiorì divenendo un importante polo di scambi commerciali e potente Repubblica marinara. Nel XIII secolo la rivalità con Genova, che la portò alla bruciante sconfitta della Meloria nel 1284, e la continua lotta con le città guelfe della Toscana, ne segnarono il declino.
In seguito, Pisa fu ricca signoria di Ugolino della Gherardesca, il podestà che ispirò a Dante uno dei più celebri passi dell'Inferno perché imprigionato con i suoi figli e i suoi nipoti e lasciato morire di fame nella casa-torre dei Gualandi, visibile ancora oggi. Ma dopo alterne vicende la città fu conquistata da Firenze, che per spregio mozzò tutte le case-torri della città, simbolo di potenza e supremazia, all'altezza della più bassa delle case-torri fiorentine. Pisa nel frattempo perse il suo porto che si era lentamente interrato. Con le nobili famiglie dei Medici e degli Asburgo-Lorena ebbe un momento di rinascita economica e artistica, prima di venir definitivamente annessa al Regno d'Italia nel 1860.
V I D E O


Pisa ospitalità in Hotel Albergo Agriturismo Bed&Breakfast Camping Casa Vacanze Affittacamere Residence Villaggi Turistici Locanda.

Pisa vacanze in Hotel

Hotels Parco Naturale di San Rossore
Servizi
Facetour Tour e Viaggi
Agenzie e Immobiliari
Facetour Tour e Viaggi




  Trattoria Alla Giornata
  B&B Virtù Nascoste
  Hotel Bologna
  Claudio
  Daniele Ferretti Ottica Gioielleria
  Ristorante Da Poldino
  Hotel Di Stefano
  Hotel Francesco
  Residence Isola Verde
  Ristorante Osteria La Pergoletta
  Fattoria Melai
  Hotel Roseto
  Residence San Rossore