Viale Europa, 16/18
52010 - Subbiano (AR)
Tel.: (+39) 0575 421336
Fax: (+39) 0575 420412
www.cortedelloca.it


Posizione: centro

Locanda La Corte dell'Oca

L'Osteria

I locali dell'Oca Golosa sono tirati a "legno da calpestare ed ascoltare", a "travi di castagno e pianelle"; nei giardini sotto la pergola, accanto al forno a legna da ammirare in bella vista; vicino al pozzo ed alla fontana dove “l'acqua viene attinta", si possono consumare semplici spuntini o completi desinari ma quel che più conta si possono vivere momenti d'altri tempi in una oasi di pace e si può ritrovare se stessi. L'apparecchiatura è quella di una volta. Si può desinare nella sala al piano della mescita vicino alla vetrina, o per vivere emozioni uniche nella vecchia cucina toscana o nella sala dei vini al piano primo che dall'alto ti regala uno scorcio della Corte che t'incanta.

La saletta "fuori le capanne" dove il calore del camino e del forno a legna fanno bella mostra di se, è il luogo ideale per pochi intimi e ti invita a riscoprire la cena e la veglia per trascorrere una serata in santa pace lontano dalle abitudini quotidiane alla scoperta del buon vivere e delle sane per quanto semplici abitudini di una volta. È bello desinare o conversare anche in cantina lontano da occhi indiscreti circondati da botti e bottiglie d'altri tempi gelosamente conservate, ric-che di storia e di calore e magari a lume di candela per una serata ricca di suggestione.

I Piatti e L'Ambiente

All'interno dell'Osteria il tempo si è fermato. La prima televisione trasmette filmati di vita quotidiana degli anni '50 in bianco e nero; la prima "vespa 125" libera la spensieratezza, la fisarmonica, il violino, la trom-ba, i flauti fanno concerto e cornice ad immagini che ti riportano indietro nel tempo. Sono sensazioni uniche da provare, sono brividi ed emozioni. Il lavoro, la ri-creazione, le arti, i mestieri vengono rivissuti e non solo ricordati. Il classico mangiare e bere alla toscana; alla vecchia cucina di casa. Alla Corte dell'Oca il tempo si è fermato alla riscoperta dei luoghi e delle sue genti.

Un buon bicchiere a tutto di servito sul piano di marmo della mescita che pavoneggia all'ingresso dell'Osteria; il crostino con il vinsanto, il brodo di gallina, la gallina lessa con la salsa, la pappa, le fette abbrustolite strofinate d'aglio e venate del rigagnolo d'olio per la fettunta; la zuppa di fagioli, la minestra di pane, la ribollita o i tagliolini coi ceci. E perché nò, i maccheroni, le pappardelle sugose alla lepre, le bistecche sanguinolente profumate di abbrustolito col sù pepe e il su limone, i fagioli zolfini con la foglia di salvia e fratellastri di tant'altri cotti nel fiasco; i fagioli all'uccelletto coi salsicci e la trippa fumante e gli umidi e i fritti e gli arrosti…. A volte il baccalà che sgocciola olio e pomodoro; e per le feste un bel cappone. Al banco della mescita si vende vino al minuto, prosciutto e la bella soprassata. Dall'orcio poi, una buona dose d'olio nostrale. Insomma qui "si mangia bene, si beve meglio e quel che conta...... si paga buono".

La Cantina

Ambiziosa quanto immutata nel tempo fa bella mostra di se la cantina di Quintilio che custodisce gelosamente tutti i segreti della pigiatura dell'uva, della fermentazione e del travaso del mosto nelle botti. Par essere gelosa di se stessa la cantina che mostra le sue botti tirate con olio di lino cerchiate di minio e di nero catrame; barili, bigoncini, tinelle, mastelli, caratelli, calastre d'ogni misura con al centro lo strettoio che par tirato a festa.

La corte pavimentata a pietra come il Borgo Maestro ospita l'Osteria dell'Oca golosa. Il locale della mescita all'interno dell'Osteria, la capanna di pietra, la cantina, il giardino estivo e gli alloggi sono la trasposizione nei tempi nostri di una fetta di vita degli anni‘50. I cibi ed i vini sono rigorosamente toscani nel pieno rispetto della tradizione. Al banco mescita si consumano colazioni e merende sicuramente non comuni.

Credit Card: American Express, Visa, Bank Americard, Diners Club, CartaSi, EuroCard, MasterCard, Bancomat, JCB