Viale Europa, 16/18
52010 - Subbiano (AR)
Tel.: (+39) 0575 421336
Fax: (+39) 0575 420412
www.cortedelloca.it


Posizione: centro


Locanda La Corte dell'Oca

 
Osteria dell'Oca Golosa

All'interno dell'Osteria il tempo si fermato. La prima televisione trasmette filmati di vita quotidiana degli anni '50 in bianco e nero; la prima "vespa 125" libera la spensieratezza, la fisarmonica, il violino, la trom-ba, i flauti fanno concerto e cornice ad immagini che ti riportano indietro nel tempo. Sono sensazioni uniche da provare, sono brividi ed emozioni. Il lavoro, la ri-creazione, le arti, i mestieri vengono rivissuti e non solo ricordati. Il classico mangiare e bere alla toscana; alla vecchia cucina di casa. Alla Corte dell'Oca il tempo si fermato alla riscoperta dei luoghi e delle sue genti.

Eventi

Un buon bicchiere a tutto di servito sul piano di marmo della mescita che pavoneggia all'ingresso dell'Osteria; il crostino con il vinsanto, il brodo di gallina, la gallina lessa con la salsa, la pappa, le fette abbrustolite strofinate d'aglio e venate del rigagnolo d'olio per la fettunta; la zuppa di fagioli, la minestra di pane, la ribollita o i tagliolini coi ceci. E perch n, i maccheroni, le pappardelle sugose alla lepre, le bistecche sanguinolente profumate di abbrustolito col s pepe e il su limone, i fagioli zolfini con la foglia di salvia e fratellastri di tant'altri cotti nel fiasco; i fagioli all'uccelletto coi salsicci e la trippa fumante e gli umidi e i fritti e gli arrosti…. A volte il baccal che sgocciola olio e pomodoro; e per le feste un bel cappone.

Servizi:

  • Ambiziosa quanto immutata nel tempo fa bella mostra di se la cantina di Quintilio che custodisce gelosamente tutti i segreti della pigiatura dell’uva, della fermentazione e del travaso del mosto nelle botti.
  • Par essere gelosa di se stessa la cantina che mostra le sue botti tirate con olio di lino cerchiate di minio e di nero catrame; barili, bigoncini, tinelle, mastelli, caratelli, calastre d’ogni misura con al centro lo strettoio che par tirato a festa. La corte pavimentata a pietra come il Borgo Maestro ospita l’Osteria dell’Oca golosa.