Seravezza

Hotels Seravezza
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Storia
Le prime notizie storicamente documentabili su Seravezza risalgono al 1040, anche se insediamenti umani esistevano sicuramente già in epoca preromana; il nome "Seravezza" sembra derivare da un toponimo del periodo longobardo (Sala Vetitia. centro di scambi commerciali ).
La storia di Seravezza in epoca medievale e caratterizzata dalle vicende dei nobili di Corvaia e Vallecchia e dalle persecuzioni attuate contro di essi dal Comune di Lucca.
Vera e propria terra di confine, fu distrutta e occupata innumerevoli volte, prima dalle truppe lucchesi, poi da quelle fiorentine e infine da quelle francesi. II primo atto autentico del comune di Seravezza risale al 1515, anno in cui la città offriva a Firenze il Monte Ceragiola e I'Altissimo "...in quibus dicitur esse cava et mlneria pro marmoribus cavandis".
Accanto alle numerose fabbriche di ferro o "magone" che lavoravano le vene di minerali presenti in gran copia sul territorio, iniziò lo sfruttamento intensivo delle cave di marmo che divennero meta di famosi scultori alla ricerca del prezioso marmo statuario.
Dal '500 in poi la storia di Seravezza coincide con quella dell'escavazione e lavorazione del marmo, con le sue periodiche fasi di sviluppo e crisi. Due bruschi arresti si registrano in corrispondenza dei periodi di belligeranza per le guerre mondiali.
La posizione strategica di Seravezza fu riaffermata tragicamente proprio durante la II guerra mondiale, quando il paese vide per nove mesi la permanenza del fronte sulla Linea Gotica che causò lutti e rovine e la distruzione di interi villaggi, di opere pubbliche e di opifici industriali, La ricostruzione, grazie all'impegno e alla capacità della gente, è stata rapida e completa.