Merano

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Hotels Merano
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Sul soleggiato pendio sopra Merano, dove un tempo soleva passeggiare l'imperatrice Sissi, si estendono i Giardini di Castel Trauttmansdorff. Nel 1994, su incarico della Provincia di Bolzano è stato dato il primo colpo di vanga per sistemare i dodici ettari di terreno intorno al castello. L'idea di un giardino botanico a Merano ha più di cent'anni. Le prime piante esotiche che furono infatti importate qui oltre ad un secolo fa. Le piante hanno i propri ritmi. Per sopravvivere devono difendersi e adattarsi. Ma perché i cactus pungono e le ninfe non affondano sott'acqua? La risposta a queste domande si trova negli undici padiglioni del giardino botanico. Concepiti da artisti, essi preannunciano nella forma i segreti che custodiscono. Chi desidera approfondire la materia può cominciare dalla "Grotta".
Nei Giardini del Sole antiche piante coltivate come ulivi, limoni, viti, cipressi e lavanda, evocano l'inconfondibile immagine del sud. Ameni sentieri s'inerpicano lungo il pendio e permettono di ammirare le montagne circostanti, mentre dalla collina dei cactus e delle succulente sopraggiunge l'aria del deserto. Nei Giardini acquatici e terrazzati zampillano le acque fresche. Sentieri gradinati discendono verso il Giardino formale all'italiana, il Giardino all'inglese con piante perenni, il Giardino dei sensi o, ancora più giù, verso il delizioso Laghetto delle ninfee. E poi ci sono i Paesaggi dell'Alto Adige. Da una prospettiva aerea, l'Alto Adige assomiglia a un patchwork variopinto. Altrettanto articolato si presenta questo settore dei Giardini, con piante che spesso, nonostante la loro bellezza, nemmeno notiamo.
Nel settore dedicato ai Boschi del mondo si alternano conifere e latifoglie di origine americana e asiatica. Inoltre si riconoscono i terrazzamenti con la Risicoltura nell'Asia orientale, nonché l'immagine rilassante di un Giardino giapponese. In primavera, magnifici fiori dei rododendri catturano lo sguardo. Al centro dei Giardini si erge il castello che il conte Trauttmansdorff, verso il 1850, fece ricostruire su antiche rovine medievali. L'imperatrice Sissi vi trascorse due soggiorni di cura invernali. Oggi il castello è sede del Touriseum, il Museo del Turismo, che illustra duecento anni della intensa storia del turismo tirolese.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff
Via S. Valentino 51/A - 39012 Merano
Tel. (+39) 0473 235730 - Fax (+39) 0473 235731