Archeoparc in Val Senales

Val Senales

Hotels Archeoparc in Val Senales
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Il Museo Interattivo - L'ArcheoParc Ŕ stato allestito a 1.500 m di altezza nel paese di Madonna di Senales. Sia dal museo che dall'area all'aperto Ŕ visibile il Giogo di Tisa, il posto di ritrovamento dell'uomo venuto dal ghiaccio. Il primo museo archeologico interattivo dell'Alto Adige dÓ nell'occhio giÓ per la sua insolita costruzione. L'idea di tale costruzione Ŕ stata ispirata dalle case neolitiche in legno ed Ŕ stata allestita in modo da ricostruire una salita fittizia lungo la valle di Tisa verso il giogo omonimo. Lungo l'itinerario vengono esposte le tematiche relative alle antiche tracce umane nell'ambiente di vita alpestre fino ad arrivare a quella dell'uomo venuto dal ghiaccio con le sue attivitÓ e il suo modo di vivere. Nella zona all'aperto, oltre alla coltivazione dei pi¨ antichi tipi di grano in campi sperimentali si possono visitare abitazioni ricostruite in base a reperti originali, uno stagno per la pesca e molte altre cose.
Il Tempo 5.300 anni fa - L'uomo venuto dal ghiaccio visse tra il 3.350 e il 3.100 a.C., quindi in un periodo nel quale in Europaveniva usato per la prima volta il metallo, cioŔ il rame. Se in un primo momento era la fauna - particolarmente lo stambecco - che attirava l'uomo nell'ambiente alpino, ora lo era il rame. A sud delle Alpi il territorio era influenzato dalla cultura di Remedello che aveva il suo centro nella pianura padana. Estesi nessi e connessi culturali attraverso le Alpi si sono evidenziati nel vortice della ricerca scientifica attorno all'uomo venuto dal ghiaccio, dimostrando l'importanza di scambio tra settentrione e meridione.
L'Uomo venuto dal ghiaccio - Nel 1991 il ghiacciaio al giogo di Tisa porta alla luce il corpo di un uomo che Ŕ stato ucciso 5.300 anni fa da una freccia. La sua tomba di ghiaccio lo ha salvato dalla decomposizione - si tratta di una mummificazione naturale. Sono rimasti in parte intatti i vestiti e gli arnesi, le armi e gli attrezzi, cioŔ tutto quello che portava con sŔ. Oggi, grazie a questo ritrovamento, possiamo immaginare meglio il tipo di vita alla fine del neolitico.
Il suo ambiente di vita - Che l'uomo venuto dal ghiaccio venisse dalla nostra zona Ŕ stato provato dai tipi di legno che portava con sŔ. Betulla, tasso, carpinella, crespino e susino di macchia, assieme ad altre piante tipiche, sono state piantate nella zona all'aperto. Nel campo di sperimentazione crescono i vecchi tipi di grano, l'uso dei quali Ŕ provato dall'analisi del contenuto dello stomaco. La caccia, particolarmente quella allo stambecco, ha integrato la dieta. (Alcuni ristoranti della Val Senales offrono cibi come al tempo di Ítzi). Cacciatori e pastori dell'etÓ della pietra si muovevano tanto. Le loro tracce, come per esempio le mitiche pietre a coppella, si trovano tuttora. Lungo i percorsi archeologici (punto di partenza Ŕ l'ArcheoParc) della Val Senales e della Val Venosta troviamo accanto a resti di siti remoti, ulteriori reperti. Mappe panoramiche e brevi descrizioni su stele di rame, con il logo dell'ArcheoParc, indicano gli itinerari e i posti di ritrovamento.

A Senales ospitalitÓ in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, rifugi, villaggi turistici e case per ferie.