Senales

Ítzi - Val Senales

Hotels Senales
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Ítzi - l'uomo venuto dal ghiaccio
Giovedý 19 settembre 1991, due turisti tedeschi, Helmuth ed Erika Simon di Norimberga, notavano durante la discesa dalla Punta di Finalel al Rifugio Similaun, il cadavere di un uomo raccolto all'interno di una cavitÓ della roccia seminascosto dal ghiaccio e dall'acqua. Ben presto fu evidente che si trattava di un ritrovamento straordinario.
Si diede inizio all'opera di recupero della salma nel corso della quale si not˛ la presenza di alcuni oggetti accanto al corpo: una scure con lama di rame, un coltello di pietra focaia e una faretra con le frecce. Il punto del ritrovamento Ŕ situato a 3.210 m di altitudine ai margini del Niederjochferner. Al momento del ritrovamento, l'"Uomo venuto dal ghiaccio" era collocato in una grande spaccatura nella roccia (40 metri di lunghezza e 5 metri di larghezza) coperta da una spessa coltre di ghiaccio (60-80 cm) e acqua di fusione (30 cm). Il ghiaccio presente all'interno della spaccatura, rimasto immobile per millenni, ha permesso la perfetta conservazione della mummia e del suo corredo di utensili.

Escursione al luogo del ritrovamento
Si tratta di una escursione in alta quota che pur non presentando particolari difficoltÓ tecniche richiede buona condizione fisica. Sono previste in tutto circa 7/8 ore di cammino. Nel corso dell'escursione verranno illustrati alcuni aspetti della vita dei primi colonizzatori delle Alpi.