Val Gardena

Storia

Hotels Val Gardena
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Al 1600 risale, su modello di alcuni precedenti delle Valli Isarco e Pusteria, l’arte gardenese dell’intaglio nel legno. Per molto tempo questa occupazione era limitata alla creazione di statuette sacre e di giocattoli per bambini. Solo più avanti si apre a nuovi campi di applicazione – di ispirazione profana, astratta, decorativa o per regalo – trasformandosi in industria. L’artigianato però – garantito oggi dal sigillo „Hand carved" – rimane di altissimo livello.
Poco dopo il 1860 ebbe inizio un altro grande fenomeno che interessò la Val Gardena, prima timidamente poi con grande slancio e dinamismo: il turismo. All’inizio si trattava di naturalisti, spiriti avventurieri e alpinisti che andavano alla scoperta del fantastico mondo delle Dolomiti. Successivamente fu la volta in numero sempre crescente di ospiti estivi in cerca di tranquillità. Infine arrivarono gli sportivi, soprattutto sciatori, attratti dalle infinite possibilità offerte da questa valle di immacolata bellezza.
Nel 1908 venne fondato in Val Gardena il primo sciclub („Ladinia") e risale allo stesso anno la prima gara di sci (dal Passo Gardena fino a Selva Gardena per la ripida valle Dantercëpies). Nel 1970 la Val Gardena ospitò i Campionati del Mondo di sci alpino e divenne uno dei principali poli sportivi dell’arco alpino.
Il dinamismo socio-economico dell’ultimo mezzo secolo ha portato tanti vantaggi alla popolazione della valle. Mentre prima molti valligiani erano obbligati a emigrare, ora trovano possibilità di guadagno in valle.
Ingenti somme sono state devolute negli ultimi anni per meglio tutelare l’ambiente naturale (Centro gardenese per la tutela dell’ambiente), molto, però, resta ancora da fare.

In Val Gardena ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, rifugi, villaggi turistici e case per ferie.