Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino

Hotels Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
I centri visita del Parco
Ogni centro costituisce un piccolo museo dove ciascuno, oltre che ricevere tutte le informazioni sulle iniziative organizzate nel parco e iscriversi alle stesse può acquistare pubblicazioni e materiale di interesse naturalistico e approfondire un tema specifico del parco.

La Casa del Parco - Villa Welsperg, situata poco dopo l'imbocco della Val Canali vicino al laghetto omonimo, nel comune di Tonadico, è dal 1996 la sede amministrativa del Parco. Un viale alberato attraversa il grande giardino con un piccolo stagno e conduce alla cappella della villa, all'orto di piante officinali e all'ingresso. La villa ospita un moderno e articolato centro visitatori dotato di una stanza con un grande plastico del parco, una sala video ed una sala storica sulla dinastia dei Conti Welsperg, un tempo proprietari dell'edificio, di un'ardita sala con acquari, di una sala con raccolte naturalistiche.
Il centro di San Martino di Castrozza - Piccolo ma grazioso e ricco di informazioni, questo centro dà modo di approfondire gli aspetti naturalistici legati al clima, alla geologia, alla paleontologia, agli ambienti e agli animali d'alta quota di quest'area protetta. I riferimenti ai ritrovamenti archeologici locali, un piccolo parco tutto intorno, un laghetto con un bunker che ne consente l'osservazione subacquea e un giardino roccioso, arricchiscono la visita di questo centro.
Il centro di Panaveggio presso l'ex segheria - Situato poco lontano dal lago di Forte Buso, il Centro di Paneveggio racconta della grande foresta omonima di abete rosso, ormai a tutti nota come la Foresta dei Violini per la qualità dei suoi abeti di risonanza usati dai liutai di un tempo. E racconta degli animali del bosco i più rappresentativi tra i quali sono senz'altro l'urogallo ed il cervo. Poco lontano un grande recinto permette di osservare da vicino un gruppo di questi grandi ungulati. Dal centro visitatori parte un percorso naturalistico con punti di osservazione guidati ed illustrati.
Il centro di Prà de Madego - Questo piccolo centro ricavato in un tabià ristrutturato in Valsorda oltre l'abitato di Caoria è il punto di accesso in quota del Sentiero Etnografico, ne illustra i percorsi, gli elementi, le modalità di visita. Il Sentiero Etnografico è un insieme di percorsi che collegano il paese di Caoria con la malga Vesnòta de sora, mille metri più in alto, attraversando i luoghi dove gli abitanti hanno vissuto, costruendoli e trasformandoli nei secoli con la propria attività.
Nel Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.