Valle di Non

Hotels Valle di Non
- Ristoranti - Prodotti Tipici -
Castel Thun fu costruito nella metà del XIII sec. e fu la sede della potente famiglia dei Thun, che nelle valli di Non e di Sole possedeva altre prestigiose residenze, quali Castel Bragher e i castelli di Caldes e Castelfondo. Il castello è situato in cima ad una collina vicino al paese di Vigo di Ton in bellissima posizione panoramica. É un esempio tra i più interessanti di architettura castellana trentina, la struttura civile-militare è tipicamente gotica ed è circondato da un complesso sistema di fortificazioni formato da torri, bastioni lunati, fossato e cammino di ronda; imponente la "porta spagnola" (1566) costruita con massicci conci bugnati disposti a raggiera e aperta al centro della cortina settentrionale. Le fortificazioni centrali sono a pianta quadrangolare con forti baluardi per la difesa con armi da fuoco, quattro torri quadrate agli angoli e, dopo il fossato, altro muro con feritoie a strombo profondo e due medievali torri merlate. Tutt'attorno corre un secondo muro con torrette e tre bastioni lunati verso Toss. La porta verso Toss, che dà sul fossato e da qui, attraverso una serie di passaggi obbligati, conduce al castello, è guardata dalla caditoia per la difesa piombante. Oltrepassata la porta del ponte levatoio e superato il primo cortile, a sua volta percorso sul lato settentrionale da un lungo colonnato, formato da poderose colonne di pietra, si incontra l'ingresso del palazzo comitale. Al piano terra si trovano le stanze pubbliche, mentre al primo piano si trovavano le stanze dei signori. Fra le numerose sale, ancora riccamente arredate, la più pregevole é la "stanza del vescovo", interamente rivestita di legno di cirmolo, con il soffitto a cassettoni e una porta monumentale, abitata dal principe-vescovo Sigismondo Alfonso Thun. La cappella del castello, dedicata a S. Giorgio conserva un interessante ciclo di affreschi di scuola tedesca risalenti alla seconda metà del XV secolo. Castel Thun, acquistato dalla Provincia Autonoma di Trento nel 1992, è diventato la quarta sede del museo "Castello del Buonconsiglio; Monumenti e collezioni provinciali". In corso di restauro, è aperto al pubblico limitatamente ai cortili e al loggiato dei cannoni. Il suo cospicuo patrimonio di beni mobili è stato interamente catalogato.

Nella Valle di Non ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, rifugi, villaggi turistici e case per ferie.