Aosta

Hotels Aosta
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi -
Sede già nel 2900 a.C. di uno stanziamento megalitico, rappresentò il centro militare della popolazione dei Salassi. Questi ultimi furono sconfitti da parte delle truppe romane durante l'impero di Augusto, e la città si trasformò in un insediamento militare denominato "Augusta Praetoria". Vestigia di quel periodo sono l'Arco di Augusto, imponente monumento che si trova ai margini orientali della città; la Porta Praetoria, perfettamente conservata, costituiva l'ingresso est in città; l'anfiteatro romano, di cui oggi rimane parte della facciata principale, alta 22 metri, della scena e dei corpi laterali. Del periodo medioevale, quando Aosta si trovò sotto il controllo di Umberto di Biancamano, capostipite dei Conti di Savoia, che mantennero la sovranità per circa nove secoli, rimangono il complesso monumentale di Sant'Orso, originariamente costruito in stile romanico e successivamente modificato da interventi in stile gotico; numerosi torri, quali la Tourneuve, la torre di Bramafan, la torre del Lebbroso, la tour Fromage, queste ultime due oggi adibite a preziosi spazi espositivi.
L'unico edificio dalle linee rinascimentali è il Palazzo Roncas, costruito nei primi anni del Seicento dal barone Pierre-Lèonard Roncas, primo segretario di Stato del duca di Savoia. Vero e proprio cuore di Aosta è la piazza Emile Chanoux, intitolata al martire della Resistenza valdostana, dove si trova il palazzo porticato neoclassico risalente al 1839 e sede del Municipio. L'Hotel de Ville è raccordato alla costruzione denominata Hotel des Etats, risalente al 1724, nel quale si riunivano l'Assemblea degli Stati Generali e il Conseil des Commis, vero e proprio governo eletto, a partire dal 1536, dagli Stati Generali.