Valle d'Aosta

Geografia - Storia

Hotels Valle d'Aosta
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi - Tempo Libero -
Geografia - La Valle d'Aosta è la più piccola (3262 km²) e meno popolata regione italiana, caratteristico territorio di montagna situato nel cuore delle Alpi, punto d'incontro ideale fra il mondo mediterraneo e quello centroeuropeo. Solcata dalla Dora Baltea e circondata dalle più elevate cime d'Europa, articolata in 13 valli laterali scavate da antichi ghiacciai in parte tuttora attivi, presenta ambienti naturali di struggente bellezza, ricchi anche di testimonianze storiche e artistiche. Dal 1970 l'autostrada Torino-Aosta percorre il lungo corridoio da Pont-Saint-Martin al capoluogo. Da qui si dipartono due superstrade che collegano Aosta con Courmayeur e con Saint-Rhémy-en-Bosses. Di prossima apertura il tronco autostradale Aosta-Morgex per raggiungere la Francia; e per la Svizzera la nuova superstrada direttamente collegata con l'autostrada e che risale la vallata del Buthier.
Storia ed economia della Valle d'Aosta sono sempre state legate al ruolo che hanno ricoperto i valichi del Gran San Bernardo (2472 m) e del Piccolo San Bernardo (2188 m), controllati strategicamente nel fondovalle dalla città di Aosta. Frequentata in epoca preistorica a partire dal 3000 a.C., abitata da Liguri e Celti, la sua prima popolazione indigena fu formata dai Salassi, che vi si insediarono nel II sec. a.C. I Romani fondarono così nel 25 a.C. Augusta Praetoria, un "castrum" che, all'epoca, era il più popolato delle Alpi. Nel V sec. Burgundi, Goti e Bizantini se ne disputarono il possesso, ma furono i Franchi ad ottenere il controllo della regione dal 575, sostituiti dai Carolingi fino alla loro decadeza, quindi da numerose signorie feudali, la cui autonomia era garantita dalla presenza di castelli e fortezze. Dall'XI sec., anche i Savoia vantarono diritti feudali sulla Valle e Umberto Biancamano, nel 1032, porta il titolo di Conte di Aosta, condividendone la dignità con il Vescovo. Nel 1191 Tomaso I di Savoia concesse alla Valle la "Carta Magna" delle franchigie e dei diritti, che sanciva il riconoscimento di un'autonomia amministrativa e politica e che venne mantenuta fino alla vigilia della Rivoluzione Francese. Nel 1416 la Valle divenne un ducato, dotato di autogoverno politico, con proprie leggi emanate dall'Assemblea degli Stati Generali, convocata ogni due anni. Nel 1536 l'Assemblea creò il Conseil des Commis, una specie di giunta esecutiva formata da 24 membri. Napoleone attraversò col suo esercito il Gran San Bernardo nel 1800 ed espugnò il forte di Bard prima di penetrare nella pianura padana verso Marengo. Con la costituzione del Regno d'Italia, il problema dell'autonomia fu più volte riproposto; questa antica aspirazione ha trovato il suo coronamento dapprima con il decreto del 7 novembre 1945 ed infine con lo Statuto speciale del 26 febbraio 1948 che le riconosce una particolare autonomia legeslativa e amministrativa, nonché alcuni vantaggi economici e fiscali.

In Valle d'Aosta ospitalità in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, rifugi, villaggi turistici e case per ferie pronti a soddisfare ogni esigenza.