Verona

Hotels Verona
- Ristoranti - Prodotti Tipici - Servizi - Tempo Libero -
Arte
Epoca romana: L'anfiteatro Arena, il Teatro Romano, il Ponte Pietra, L'Arco dei Gavi, le porte monumentali (Porta Borsari e Porta Leona) sono i resti maggiori di un'epoca molto florida.
Epoca barbarica e feudale: S. Maria Matricolare (resti presso il Duomo), Santo Stefano, San Siro, mura di Teodorico e di Berengario (resti).
Epoca comunale: basiliche di San Zeno e di San Fermo, chiese di SS. Apostoli, San Lorenzo, SS. TrinitÓ, S. Maria in Organo, Palazzo del Comune. Porte di San Zeno in bronzo, protiri del Duomo e di San Zeno, ciborio del Duomo e battistero di san Giovanni in Fonte. Affreschi di San Zeno e di San Nazaro.
Signoria scaligera: chiesa di Sant'Anastasia, Arche scaligere, castello e ponte scaligero. Affreschi di M. Cicogna a San Zeno, Sant'Anastasia, San Fermo, di Altichiero a Sant'Anastasia e di Giacomo da Verona a Ss. TrinitÓ.
Dominio visconteo e veneto: palazzo Franchini in via Emilei e Del Bene a San Zeno, palazzo del Consiglio e scala della Ragione. Affreschi del Pisanello a Sant'Anastasia e San Fermo, di Stefano da Zevio al museo di Castelvecchio; crocifissione del Bellini in Duomo, trittico del Mantegna a San Zeno. Dipinti di Paolo Veronese a San Giorgio e a Castelvecchio.
Verona austriaca (1814-1866): Ŕ il mezzo secolo asburgico a concederci nuove mŔte sia pure risonanti di comandi e tuoni d'artiglieria. Verona Ŕ la capitale del Lombardo-Veneto militare, del Quadrilatero. Edifici civili come Palazzo Barbieri, il gran cimitero neoclassico del Barbieri, il rifacimento del "List˛n" in BrÓ, la definitiva sistemazione della Gran Guardia, nuovi palazzi patrizi, il ponte della ferrovia dedicato a Francesco Giuseppe e la stazione di Porta Vescovo imprimono un nuovo carattere urbanistico a Verona. La cinta veneziana viene modernizzata con bastioni e muri di Carnot.